IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Carcare, Anteas lancia un progetto di solidarietà a domicilio e nelle case di riposo: i volontari saranno liceali

Carcare. “Solidarietà a domicilio e nelle Case di Riposo”. E’ il nome del progetto promosso da Anteas che verrà presentato mercoledì pomeriggio, alle 14,45, presso il Salone dello Ial di Carcare. Il progetto consiste in un’attività di volontariato dei ragazzi del liceo “Calasanzio” di Carcare, dell’Istituto Secondario Superiore di Cairo e dello Ial di Carcare verso anziani soli in casa o nelle case di riposo della Valbormida.

Al termine si terrà un buffet e l’incontro sarà anche una festa in cui ci sarà uno spettacolo di rap e di band delle scuole. Il progetto di Anteas, che ha il sostegno importante della Fondazione De Mari, il grande contributo dell’Istituto Superiore di Cairo M.tte, del Liceo Calasanzio di Carcare, dello Ial di Carcare e del Distretto Socio Sanitario, si avvarrà della preziosa collaborazione delle Associazioni Auser – Croce Verde di Murialdo – Noi per Voi di Carcare e delle Case di Riposo della Valbormida.

Consiste in una partecipazione diretta dei ragazzi ad attività di volontariato su tre filoni: Animazione e socializzazioni negli Istituti per anziani della Valbormida; Compagnia e piccole commissioni a persone sole presso il domicilio; Sperimentazione di insegnamento a domicilio dell’uso del computer per persone che abbiano difficoltà a recarsi a corsi e nello svolgere altre attività.

Per quanto attiene alle Case di Riposo essa si svolgerà a: Altare, Carcare, Cengio, Cairo M.tte, Millesimo e Calizzano. “A noi pare un progetto di grande valenza umana in un momento in cui la nostra società registra, accanto ad atti di solidarietà, anche una diffusa tendenza alla disgregazione e all’egoismo, con ripercussioni talvolta gravi sui più deboli, a partire dagli anziani. E’ un iniziativa che metterà insieme ragazzi e volontari (un po’ più cresciti) in cui la freschezza e la spontaneità della gioventù sosterranno lo spirito e daranno un concreto aiuto agli anziani soli quali hanno “fame” di semplici gesti che per loro, come per tutti gli esseri viventi, sono molto importanti” spiega il presidente di Anteas Roberto Grignolo.

“Siamo inoltre convinti che per i ragazzi sia un’utile, bella ed importante esperienza, con grandi valenze formative; è gratificante dare a chi ha bisogno, sapendo di ricevere sempre qualcosa in cambio. Gli anziani hanno ancora tanto da apprendere, ma, nel contempo, hanno tanti valori, storie ed esperienze da trasmettere. Ci fa enormemente piacere che abbiamo avuto l’adesione di oltre 50 ragazzi che dimostrano come, a volte, sui giovani si facciano troppe semplificazioni” conclude Grignolo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.