IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Capitaneria e Istituto nautico Pancaldo: sinergia scuola-lavoro

Savona. Si è svolta questa mattina, nell’aula magna dell’Istituto Nautico Ferraris Pancaldo di via Manzoni, la presentazione del progetto di alternanza scuola-lavoro, giunto al suo secondo anno di attivazione e che che vedrà coinvolti, in un percorso di formazione e tirocinio di due settimane, gli studenti del quarto anno del Nautico e la Capitaneria di Porto di Savona. All’incontro era presenti, oltre agli alunni, il Preside dell’istituto Ferraris Pancaldo, Alessandro Gozzi, il Presidente della Camera di Commercio Luciano Pasquale, il Presidente della Provincia di Savona, Angelo Vaccarezza, il Direttore della sede di Savona dell’INAIL, Enrico Tommasi e il Comandante della Capitaneria di Porto, Enrico Moretti.

Il progetto di alternanza scuola-lavoro ha come finalità il collegamento tra formazione ed esperienza pratica, valorizzare le scelte scolastiche degli studenti e legare l’offerta formativa allo sviluppo culturale, sociale ed economico del territorio savonese. I giovani diventeranno a turno, per periodi di quindici giorni, “ausiliari” della Capitaneria di Porto di Savona e, grazie al tirocinio pratico svolto, potranno iniziare a conoscere dall’interno la realtà lavorativa marittima e portuale verso la quale sono destinati ad operare al termine del percorso di studi intrapreso

Gli studenti opereranno sotto la guida dei propri insegnanti e del personale della Guardia Costiera nei principali settori di attività delle Capitanerie: salvaguardia della vita umana in mare, controllo del traffico mercantile, sicurezza della navigazione, gestione amministrativa del personale marittimo e del demanio, pesca e tutela ambientale. Al termine del tirocinio i risultati del loro operato saranno valutati congiuntamente dai “tutor” e avranno, quindi, una significativa ricaduta sul profitto e il curriculum scolastico. L’Istituto rilascerà, a conclusione del percorso, una certificazione relativa alle competenze acquisite nel periodo di apprendimento.

“Dopo l’esperienza, molto positiva, anzi direi eccezionale, dello scorso anno, siamo lieti che riprenda il percorso di tirocinio dei nostri studenti con la Capitaneria di Porto – ha dichiarato Alessandro Gozzi, Preside dell’Istituto tecnico Ferraris Pancaldo – non è usuale trovare un interlocutore come la capitaneria di Savona, disponibile ad ospitare a gruppi di 6, ben quaranta ragazzi della scuola, che potranno cosi svolgere due settimane di formazione, seguiti dal nostro tutor, la professoressa Bargnolo, e dagli operatori della Capitaneria. Nel contempo non è facile organizzare la didattica in classe sapendo che alcuni alunni non saranno in aula. Per questo è doveroso ringraziare tutti gli enti e i docenti che si sono impegnati per proseguire in questo percorso che darà la possibilità ai ragazzi di comprendere appieno le potenzialità del proprio percorso di studi e valutare, avendo a disposizione esperienza e preparazione, il loro futuro lavorativo”.

“Il percorso che intraprenderanno i ragazzi è un esperienza umana importante fondamentale – ha raccontato Enrico Moretti, Comandante della Capitaneria di Porto – confermata dall’esperienza dell’anno scorso. Sia i miei collaboratori che gli alunni delle classi quarte del 2013 hanno ricevuto un arricchimento personale oltre che lavorativo dal progetto. L’entusiasmo è il motore trainante di questa attività e mi auguro che anche quest’anno sarà la base del tirocinio nella nostra Capitaneria”.

“Il nostro Ente e l’Istituto Tecnico Ferraris Pancaldo si incontrano spesso nell’ambito di queste iniziative – ha raccontato Luciano Pasquale, Presidente della Camera di Commercio – sono le basi per legare le attività imprenditoriali e i giovani al mondo del lavoro. Tutti noi dobbiamo affrontare una grossa sfida. Aumentare il lavoro nella Provincia di Savona e, per farlo, è finalizzare le esperienze degli studenti con percorsi concreti. In questo caso è perciò fondamentale consentire ai ragazzi del Nautico di scoprire le realtà portuali, dallo shipping alla marineria. Questa è la possibilità che noi possiamo dare ai giovani che, dal canto loro, devono sempre chiedere a gran voce che le istituzioni si attivino per dotarli degli strumenti necessari per prepararsi e focalizzare i loro obbiettivi futuri”.

Della stessa opinione Angelo Vaccarezza, Presidente della Provincia di Savona: “Poter scegliere la direzione giusta per la propria carriera lavorativa è, soprattutto in questi periodi difficili, fondamentale. E’ perciò vitale avere le informazioni e gli strumenti adeguati per farlo. Unire insieme tutti gli Enti per una finalità cosi rilevante da un valore aggiunto al progetto. Soprattutto il ruolo che ricopre la Capitaneria di Porto, senza la quale non si sarebbe potuto realizzare”.

Il progetto è stato sviluppato dall’Istituto scolastico in collaborazione con la Capitaneria di Porto e sarà attuato grazie anche al concorso della Camera di Commercio, che ha fornito il materiale di sicurezza e l’abbigliamento necessario ai tirocinanti, al contributo finanziario dell’assessorato alla formazione professionale della Provincia di Savona e l’INAIL, che partecipa nell’ambito di un progetto sulla sicurezza, portato avanti con l’Istituto Ferraris Pancaldo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.