IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Calizzano, il sindaco Olivieri replica alla minoranza su Imu e Tares

Calizzano. Il sindaco Pierangelo Olivieri replica ai consiglieri di minoranza: “Oltre e forse anche prima del contenuto, sono i termini e la forma usata dai Consiglieri Massone e Bianco a rammaricarci e vederci ovviamente tenuti a criticare, da parte nostra rispettosamente, quanto da loro affermato”.

“Le decisioni che ci hanno condotto a portare in Consiglio la delibera di rideterminazione dell’aliquota base delle tariffe IMU sono state ben ponderate e ragionate, frutto di scelta discrezionale legittima dell’Amministrazione, che ha scelto di intervenire nella maniera che risultava meno gravosa per i cittadini singolarmente, come condiviso ed analiticamente valutato con il nostro Responsabile del Servizio Finanziario. Stranamente i Consiglieri Massone e Bianco sia consentito osservare come pecchino di obiettività dimenticandosi di rilevare che negli interventi in argomento è stata prevista anche una specifica previsione di riduzione al 7,60 per mille dell’aliquota per gli immobili abitativi concessi in uso gratuito ai prossimi congiunti: questa previsione, proprio con quella ‘di principio’ e senza specifica analisi contestata dalla Minoranza, tiene conto di un fatto obiettivo per Calizzano, ovvero che diverse persone risultino proprietarie di più di un immobile, ma che questo di per se non sia sinonimo sempre univoco di ricchezza, bensì speso la conseguenza di provenienza di famiglia, di per sé non fonte automatica di reddito”.

“I Consiglieri Massone e Bianco proseguono inserendo nel discorso quanto deciso dall’Amministrazione in materia di TARES: le agevolazioni disposte anche in questo caso sono state attentamente ponderate, proprio per fare fronte alle situazioni di maggiore peso che la nuova tariffa ha prospettato prevedere per ben specifiche categorie, che abbiamo inteso cercare di tutelare e aiutare, anche se purtroppo in alcune situazione non è stato possibile fare in maniera particolarmente significativa, non potendo intervenire al contempo negli stessi termini per altre, che sono risultate meno colpite. Inoltre non comprendiamo come la Minoranza riesca a sostenere che nel corso di questo ultimo anno e mezzo i tagli sulle rimesse statali e regionali per i Comuni siano diminuiti: stupisce come l’esperienza maturata nel tempo nell’Amministrazione, nonché a titolo professionale personale, dei componenti del detto Gruppo non gli faccia rilevare quanto senza dubbio accade e si consolida.
Da ultimo il Nostro bilancio ha dovuto registrare la perdita di quasi altri € 50.000,00 quale saldo negativo tra versamento e restituzione al Fondo di Solidarietà Comunale, costituito proprio con il gettito IMU” prosegue il sindaco.

“Risale alla settimana scorsa poi l’ultimo ‘regalo’ dello stato, la c.d. mini IMU sulla prima casa: come cerchiamo sempre di fare ci siamo da subito attivati con l’Ufficio Finanziario e abbiamo individuato in circa € 4.800,00 il gettito in questione, già considerando che se entro la scadenza di pagamento in oggi del 16 gennaio non interverrà qualche revisione, fermo in modo di non fare gravare direttamente sui calizzanesi questo balzello. Se in precedenza non avevamo inteso evidenziarlo, essendo questa l’ennesima volta in cui la Minoranza ritiene opportuno sollevare l’argomento, ci sia concesso questa considerazione: il primo intervento in materia di tariffe IMU venne fatto dall’attuale Amministrazione in sede di riequilibri di bilancio 2012, per come evidenziato necessario dall’Ufficio Finanziario con riferimento alle previsioni forse un po’ troppo frettolosamente assunte dall’Amministrazione uscente in sede di ultimo Consiglio, prima delle elezioni di maggio 2012, mentre altri interventi tariffari sono stati resi inevitabili in situazioni in cui da tempo, diversi anni, non si interveniva per fare fronte, come ormai il quadro normativo impone, o meglio, avrebbe già imposto da lungo tempo, a previsioni di uscite per specifici servizi con adeguate previsioni di entrate per gli stessi” afferma Olivieri.

“In conclusione non possiamo che prendere atto dell’atteggiamento dei Consiglieri di Minoranza Massone e Bianco che lungi dal risultare animato da intenti di legittima contrarietà e magari critica costruttiva, pare quasi ‘gioire’ nell’evidenziare le problematiche, mai facendosi promotrice di possibili soluzioni concrete alternative e meno che mai propositive. Sbaglieremo, ma come Gruppo di Maggioranza incaricato di condurre la Civica Amministrazione, intendiamo proseguire nella scelta del fare e del decidere, ivi compresa l’adozione della già richiamata Tares e l’impegno profuso nella stipula di tutte (per le ultime andremo in Consiglio prima di Natale) le convenzioni per l’esercizio associato dei servizi e delle funzioni fondamentali (tra i pochissimi in Regione e per di più in maniera omogenea sempre con i Comuni limitrofi di Bardineto e Murialdo), consci e responsabili al contempo degli errori che potranno esserci evidenziati e contestati, assumendocene sempre onesta responsabilità” conclude Olivieri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.