IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Loano: al via la rassegna CineClub Yepp: domenica proiezione de “L’Onda”

Più informazioni su

Loano. Domenica 17 novembre, a Loano, prenderà il via la rassegna CineClub Yepp, organizzata dal Gruppo Yepp Loano, con il patrocinio e il sostegno dell’assessorato ai Servizi Sociali e Politiche Giovanili del Comune di Loano, della Compagnia di San Paolo di Torino e della Fondazione “A. De Mari”

La rassegna propone tre film scelti dai giovani, attraverso una votazione su Facebook. Tra otto film selezionati dal Gruppo Yepp Loano, i più votati sono stati “L’Onda” (Germania 2008) di Dennis Gansel, “Noi siamo infinito” (USA 2012) di Stephen Chbosky e “Febbre da fieno” (Italia 2011) di Laura Luchetti.

“Il Cineclub Yepp – spiega l’assessore alle Politiche Giovanili Luca Lettieri – è una iniziativa nata all’interno della progettazione del Gruppo Yepp Loano con l’intento di offrire attraverso il linguaggio cinematografico spunti di riflessione per indagare l’adolescenza. Ogni incontro prevede al termine della proiezione una chiacchierata con i ragazzi, che aiuterà a far emergere le loro capacità analitiche. Inoltre, avranno l’opportunità di incontrare i protagonisti di uno dei film da loro scelti, la regista Laura Luchetti e l’attore Andrea Bosca.”

Ad inaugurare la rassegna, domenica 17 novembre, alle ore 18 nel cinema teatro della parrocchia S. M. Immacolata, sarà il film “L’Onda”, con Jürgen Vogel, Frederick Lau, Max Riemelt, Jennifer Ulrich, Christiane Paul.

Il film del pluripremiato regista tedesco Dennis Gansel è ispirato al romanzo di Morton Ruhe Die Welle (“L’Onda”) un classico della letteratura per ragazzi. È un’opera di fantasia, ma ispirata a un fatto reale. L’esperimento originale è stato condotto nel 1967 da Ron Jones, insegnante di storia al Cubberley High School di Palo Alto, in California.

Il film è ambientato nella Germania di oggi. Durante la settimana delle esercitazioni, l’insegnante di un liceo propone un esperimento per mostrare ai suoi studenti come funziona un governo totalitario. Inizia così un gioco di ruolo dalle tragiche conseguenze. Nel giro di poche settimane, quella che era cominciata come un’innocua illustrazione di concetti come disciplina e comunità, si trasforma in un vero e proprio ‘movimento’ – L’Onda. Arrivati al terzo giorno, gli studenti cominciano a ostracizzare e a minacciare gli altri. E quando alla fine il conflitto esplode in tutta la sua violenza l’insegnante decide di interrompere l’esperimento. Ma ormai è troppo tardi, l’Onda è sfuggita al suo controllo…

Domenica 1 dicembre, sempre alle 18, la rassegna proseguirà con il film “Noi siamo infinito” (USA 2012) di Stephen Chbosky, con Logan Lerman, Emma Watson, Ezra Miller, Mae Withman. La pellicola racconta la storia di un ragazzo all’apparenza normale, silenzioso e che ama leggere. A scuola incontra due nuovi amici, che lo portano in un mondo inesplorato: feste, viaggi e divertimenti che fanno dimenticare quei dolori dei quali tutti sono stati vittime. Il film è tratto da un romanzo del ’99 dello stesso regista, che sa riportare sullo schermo e sulla carta le emozioni degli adolescenti.

La rassegna si chiuderà il 15 gennaio con “Febbre da fieno” (Italia 2011), primo lungometraggio della giovane regista e sceneggiatrice italiana Laura Luchetti, con Andrea Bosca, Diane Fleri, Giulia Michelini, Giuseppe Gandini. Il film è ambientato a Roma. Camilla si innamora di Matteo la prima volta che lo vede, in controluce, mentre si chiudono le porte dell’ambulanza che l’ha soccorsa dopo un incidente in motorino. Matteo, però, pensa ancora a Giovanna, l’ex fidanzata. Insieme, Matteo e Camilla lavorano in un negozio di modernariato e abiti vintage, il Twinkled. Con loro ci sono Stefano, il proprietario, in crisi con la moglie e con i debiti da saldare, e Franki, che scrive lettere d’amore bellissime per un uomo impossibile. La voce narrante del film è affidata a Diane Fleri, l’interprete di Camilla, ma è Matteo (Andrea Bosca) il protagonista della storia, il testimone letterale (a partire da un certo punto) dell’energia che può mettere in moto il sentimento amoroso quando si fa strada, spinto dal Ponentino romano che riscrive le esistenze di chi vi si abbandona e di chi resiste, perdendo per sempre il giro in giostra. La regista Laura Luchetti e l’attore Andrea Bosca saranno presenti alla proiezione e alla discussione finale.

La visione dei film sarà gratuita e aperta a tutti. La chiacchierata post proiezione è riservata ai ragazzi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.