IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lettere al direttore

La leva del 2002: nota dolente del settore giovanile di una “società eccellente”

Più informazioni su

Si parla molto della prima squadra del Finale, sulla sua bravura, eccetera. Però vorrei porre l’attenzione sul comportamento della società verso il settore giovanile.

Mi riferisco alla leva del 2002 che quest’anno è veramente trattata malissimo. Immaginate per dei bambini di 10/11 anni cosa significa giocare al pallone e trovarsi ad essere senza allenatore, doversi presentare alle partite di campionato senza un allenatore, doversi presentare ad una partita di campionato senza avere il numero di giocatori perché boicottati dall’altra leva del 2001 e con due genitori che accompagnavano i figli a giocare e si sono trovati a dover andare in panchina al posto dell’allenatore fantasma per poter permettere ai bambini di giocare una partita al pallone.

Sono un genitore di un bambino del 2002 ed ora sono veramente stufo di questo comportamento. Abbiamo parlato con il responsabile giovanile e… lasciamo perdere, non è possibile rapportarsi ad una persona così. Abbiamo parlato con il grado superiore e… peccato che da qualche settimana non se ne interessa più del calcio. Abbiamo parlato con il presidente, ci ha garantito che risolveva la situazione, poi è arrivata un’altra delusione per i bambini e un’altra arrabbiatura per noi genitori.

Ora va bene che la prima squadra deve essere sempre sulle prime pagine ma guardare anche chi sta dietro non sarebbe male. Comunque noi genitori paghiamo per mandare i nostri figli a giocare al pallone, non è che il Finale lo fa gratis e pagando chiediamo un servizio che non ci viene dato. Inoltre dobbiamo anche portare i ragazzi ad allenarsi a Borgio Verezzi due volte alla settimana perché a Finale, come ho già detto, non c’è l’allenatore per il 2002.

Tra noi genitori, tutti che lavoriamo, ci organizziamo per fare le macchine di chi porta e chi va a prenderli, ci organizziamo per il sabato per le partite di campionato e poi venire trattati così da una società sportiva che agli occhi di tutti sembra “eccellente” ma così non è.

Un genitore di un giovane calciatore del Finale Fbc

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.