IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Fondocasa festeggia 25 anni, Pollero: “Mercato difficile, grazie alla qualità abbiamo retto alla crisi” foto

Loano. Fondocasa venne fondata nel 1988 dall’attuale presidente Alessandro Pollero. Nel 1996 partì il progetto franchising, ponendosi sul mercato con la forza propulsiva propria delle moderne organizzazioni. Con il passare del tempo è divenuto un punto di riferimento del mercato immobiliare: ora è presente in nove regioni d’Italia.

Fondo Casa 25 anni

Oggi Fondocasa ha festeggiato i 25 anni di attività, presso il Loano 2 Village. Dirigenti, dipendenti e ad alcuni affezionati clienti si sono ritrovati per celebrare il traguardo del quarto di secolo.

“È facile dire eccomi, bisogno anche esserci”. Questo lo slogan scelto per il 25° anniversario, stampato su un cartellone che è stato poi firmato da tutti i protagonisti dell’azienda. “Noi siamo una realtà che lavorando con costanza e determinazione – dichiara Pollero -. Ci siamo, vogliamo esserci oggi e vorremmo esserci nel prossimo futuro”.

La crisi economica degli ultimi anni ha colpito duramente il settore immobiliare. “Noi vediamo il mercato in maniera positiva – spiega -. Le eccellenze professionali prendono quote di mercato. Bisogna rigorosamente aver avuto la volontà e la forza di fare dieci passi indietro e cambiare il modello di lavoro. Noi lo abbiamo fatto e i risultati ci stanno rigorosamente pagando. Noi e il gruppo che rappresento ci portano solo grande soddisfazione”.

Da Pietra Ligure a Villanova d’Albenga, dov’è ora la sede principale, fino a gran parte dell’Italia. Ora i numeri di Fondocasa sono notevoli. “Per quanto concerne le agenzie immobiliari abbiamo l’apertura di 110 uffici, distribuiti soprattutto sul nord Italia, con punti anche nell’area del Lazio e prossime aperture previste per inizio anno sulla piazza di Napoli”.

“In questi anni – prosegue Pollero – il mercato è diventato molto più selettivo; è subentrata la qualità. Ritengo che si sia tornati ai fondamentali, cioè a quello che si faceva venti anni fa. Si devono saper valutare i beni e fare mutui al prezzo corretto di mercato. Reputo che questo passaggio possa essere positivo, per valorizzare la categoria e la professione”.

Nell’ultimo anno c’è stato il debutto di un nuovo marchio, dedicato agli affitti. “Un mercato che è meno in crisi – rimarca Pollero -, ma soprattutto, con la restrizione dell’asset creditizio, ha riportato il consumatore finale a rivalutare in maniera totale l’asset degli affitti. Noi lo vediamo come un business interessante, ma soprattutto di totale collaborazione con il mondo della vendita della casa”.

Previsioni per il 2014? “Lo prevediamo stabile per le compravendite. Quest’anno chiudiamo con circa 410 mila compravendite contro le 440 mila del 2012. Reputo – conclude il presidente di Fondocasa – che sia un anno in linea su questi numeri, i professionisti di qualità che saranno sul mercato avranno l’opportunità di acquisire quote di mercato che altri lasceranno”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.