IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Fatture false e conti “gonfiati” per aggirare il Fisco: coinvolta anche ditta del Savonese

Più informazioni su

Savona. Fatture inesistenti per un ammontare di 180 mila euro. Questo è quanto ha scoperto la Guardia di Finanza, che ha concluso un controllo ad un’impresa di impianti elettrici di Isola del Cantone.

Le indagini, iniziate nel dicembre 2012, hanno permesso di accertare che l’imprenditore, titolare di una ditta della Valle Scrivia, ha emesso fatture false nei confronti di una società della provincia di Savona, la quale ha potuto così dichiarare al Fisco costi “gonfiati”, permettendole di risparmiare indebitamente sulle tasse da pagare.

I riscontri dei finanzieri sono stati possibili anche grazie al controllo dei conti bancari dell’imprenditore, che è stato segnalato all’Autorità Giudiziaria competente, analogamente al responsabile dell’altra società coinvolta.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Il sistema Iva si presta a frodi cui era esente il precedente regime ige…
    chi compra deve pagare al venditore che “poi” versa ….. “forse”.
    .
    come sarebbe più semplice e redditizio se fosse l’acquirente a versare la tassa
    .
    chiamo il …… che fa’ il suo lavoro e poi si fà pagare … in contanti e senza fattura
    (in genere chi opera in modo scorretto labora anche malamente tanto che … non lo si chiama più)
    nessun problema di paga e si spedisce un sms o una mail ..o una lettera qualsiasi al sistema messaggio che contiene il proprio codice fidcale la cifra pagata ed il recapito di chi ha lavorato oltre alla data ed una breve descrizione del motivo delpagamento.
    il sistema in modo spesso automatico emette fattura e la fà pervenire a chi ha ricevuto i soldi ed a chi ha pagato …. che dovrà versare l’iva … e nella denunzia dei redditi scalare la spesa dal suo reddito …. le tasse gia date … se ne sono andate … ma se il reddito scende a cifre basse … nulla più va pagato ……
    .
    così chi incassa in nero … viene portato alla luce … senza venir criminalizzato,
    lo Stato incassa … il giusto … e su questo può organizzare i suoi criteri di spesa …
    .
    il committente è invogliato a …. spendere … nella certezza che se fà tutto in modo regolare …non si troverà mai a dover pagare al fisco quattrini che non ha…
    pertanto i quattrini ricomincerebbero a scorrere da u na tasca all’altra in modo regolare …