IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Continua la mobilitazione per le caprette di Cosseria: cittadini ed animalisti pronti a presentare esposto in Procura

Cosseria. Un esposto in Procura. E’ quello che minacciano di presentare alcuni dei cittadini che hanno preso a cuore la vicenda delle caprette tibetane di Cosseria. Sul caso delle bestiole che, di fatto, vivono in stato di abbandono vicino ad una cascina in località Mule il livello di attenzione resta sempre altissimo. Sono centinaia le mail che continuano ad arrivare al sindaco di Cosseria, alle autorità, ma anche alla nostra redazione, nelle quali si chiede di dare in affido le caprette, sette in tutto, e una cavalla.

Visto che, nonostante in molti si siano fatti avanti per accudirli, gli animali sono ancora “abbandonati” c’è chi promette di presentare un esposto contro il sindaco di Cosseria “qualora non agisca nel giro di qualche giorno per salvare questi animali”. Fino a qualche tempo fa ad accudirli era un cittadino extracomunitario. L’uomo però si è allontanato facendo perdere le proprie tracce e lasciando le bestiole senza cibo né acqua. Da quel momento diverse caprette sono morte ed altre spesso sono state viste vagare lungo la vicina strada provinciale oppure in mezzo agli orti alla ricerca di qualcosa da mangiare. Una situazione che crea pericoli agli animali e non solo. Per questo motivo il Comune di Cosseria si è attivato per trovare una soluzione che permetta alle sette caprette rimaste ed alla cavalla di trovare una nuova sistemazione.

L’idea (visto che il Comune non può permettersi di mantenerle) è quella di dare in adozione le bestiole a qualcuno, ma ci sono alcuni problemi burocratici da risolvere. L’iter procede quindi a rilento scatenando le ire degli animalisti che da domenica si mobilitano perché una soluzione arrivi in fretta.

Per velocizzare i tempi in molti chiedono al sindaco di emettere un’ordinanza di sequestro preventivo che permetta di dare in affido gli animali. Un provvedimento che però non è ancora stato emesso. Di qui le accuse di cittadini ed animalisti al sindaco di Cosseria che viene accusato di non intervenire in una situazione di maltrattamento di animali.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da carlitos

    Ginettu ma per gli animalisti non va’ bene devono trovare altre persone loro palanche non ne tirano fuori sti sacchi de merda

  2. ginettu
    Scritto da ginettu

    cosa vi impedisce di dar loro acqua e mangiare??? Cominciate a nutrirle e vedrete che restano in loco senza cercare cibo in giro……………..