IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cairo, 300 opere e volumi nel nuovo Museo di Ferrania: ecco il progetto foto

Cairo Montenotte. E’ stato presentato questa mattina a Cairo Montenotte, presso il Teatro comunale di Palazzo di Città, il progetto del nuovo Museo di Ferrania: un museo della fotografia e dell’industria filmica che prevede un milione e 100 mila euro di fondi Fas per il finanziamento dell’opera. In un teatro stracolmo di studenti ed lavoratori di Ferrania, per la Regione era presente il presidente del Consiglio regionale Michele Boffa.

museo ferrania

Il progetto si pone come obiettivo quello di favorire la visibilità e la consapevolezza del patrimonio documentale, fotografico e filmico ancora esistente, recuperando e valorizzando nel contempo un edificio del centro storico cairese.

“Una ottima opera di valorizzazione del patrimonio aziendale della Ferrania. Nonostante le difficoltà che il gruppo di aziende di Ferrania quello del Museo rappresenta un segnale di vicinanza anche con il territorio” dichiara Stefano Messina, che ha preso parte alla presentazione del progetto.

“Grande operazione culturale per la Val Bormida e per Cairo Montenotte: daremo la possibilità anche alle nuove generazioni di conoscere il patrimonio della pellicola e della chimica e cosa ha rappresentato per questo territorio – afferma il sindaco di Cairo Montenotte Fulvio Briano -. Nel Museo abbiamo coinvolto sinergie importanti, compresi quanti hanno lavorato per anni nella fabbrica. E poi il futuro rappresentato anche dal gruppo fiorentino che ha deciso di reinvestire nella pellicola e di continuare a fare industria sul nostro territorio”.

“Questo è un progetto importante e ambizioso con l’obiettivo di fare diventare Cairo città italiana della pellicola, anche per portare nuove possibilità occupazionali” conclude Briano.

“Abbiamo curato la parte storica e scientifica del museo, ripercorrendo tutte le tappe principali e gli aspetti più significativi di Ferrania, che ha rappresentato per 100 anni un pezzo importante della storia dell’industria italiana. Video, dipinti, foto, oggetti…Tante le cose che sarà possibile vedere e ammirare, uno spazio pronto ad ospitare contenuti reali di grande valore” dichiara il presidente della Fondazione 3 M, Antonio Pinna Brechet.

“Un museo che racconta la storia di Ferrania, una storia gloriosa. Una iniziativa importante, ormai partita con il bando assegnato ed il via ai lavori per gli inizi del 2014. Circa 300 le opere che saranno inserite nel Museo, oltre alla biblioteca con ben 500 volumi. Una vero e proprio centro culturale non solo per Cairo e la Val Bormida ma tutta la Provincia savonese” sottolinea il progettista, l’arch. Marco Ciarlo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da zac975

    Vergognatevi…avete fatto firmare 200 licenziamenti senza che il comune avesse detto o fatto nulla…La reindustrializzazione delle aree e stata inesistente…vii siete solo rubati i soldi… ..fatela finita di raccontare palle….

  2. Ermes
    Scritto da Ermes

    Sig. Briano se nemmeno più i fotografi professionali usano i rullini, con cosa rilancia la pellicola? Ha la macchina del tempo e spedisce i rullini fatti oggi indietro nel tempo di 30 anni?

    E’ ora di finirla la Valbormida si merita qualcuno migliore di Lei e del PD, tuttalpiù con la sua macchina del tempo ci riporti Chebello.