IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Al San Paolo “PediARTria in Corsia” con le opere di Danièle Sulewic

Più informazioni su

Savona. E’ in programma domani, alle ore 17, presso la Pediatria del San Paolo, un incontro artistico-culturale con la nuova protagonista del progetto “PediARTria in Corsia”: Danièle Sulewic. All’evento sarà presente anche il critico d’arte, professor Aldo Maria Pero.

Danièle Sulewic, artista di origine francese, vive in Italia dal 1973 e dal 1975 ha realizzato varie mostre elaborando ricerche con diversi materiali (argilla, stoffe, resine, oggetti) in numerose città italiane (Centro culturale francese a Roma, Magazzini del Sale a Siena, Circolo degli artisti Albissola, a Savona, Genova, Bari), a Parigi (UNESCO), Zagabria, Melbourne e a Gerusalemme.

Ha maturato esperienza di costumista e lavorazione delle stoffe (patchwork e arazzi) in collaborazione con il maestro Emanuele Luzzati e ha collaborato alla realizzazione di numerose scenografie e costumi presso il Teatro della Tosse di Genova. Tra il 2008 e 2010 opera come costumista e scenografa al Teatr Nowy di Poznan (Polonia). Ha seguito progetti di attività creativa con corsi di formazione e ricerche per i Servizi per l’infanzia a Genova e Reggio-Emilia.

Nel 2010 conduce il laboratorio didattico “I mille volti di Pulcinella“, Zétema progetto cultura, in occasione della mostra “I Pulcinella” di Luzzati alla Casa dei Teatri. Nel 2012 e 2013 conduce laboratori al Museo Ebraico Italiano di Gerusalemme.
Daniele, negli anni della sua carriera, ha messo la sua arte a servizio di progetti di importante valenza sociale: come il progetto sperimentale di Teatro integrato con ragazzi disabili dei Laboratori Teatrali Integrati Piero Gabrielli promosso al Teatro di Roma dall’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Roma e dal Provveditorato agli Studi; dal 1978 al 1979 ha collaborato come costumista ed attrice ad una esperienza di teatro nell’Ospedale psichiatrico di Quarto a Genova.

Negli anni ‘90 ha condotto un biennio di laboratorio di cucito-artistico presso il Dipartimento di Salute Mentale del quartiere San Paolo di Bari e ha insegnato in un corso di formazione al lavoro femminile in cui erano inserite donne seguite dal Servizio di Salute Mentale nell’Ex-Ospedale psichiatrico di Trieste. Ha svolto attività di consulenza e di laboratorio in un ospedale civile nel reparto psichiatria dell’Avana e di Pinar Del Rio (Cuba) nel quadro della cooperazione Italiana.

Dal 1999 al 2002 ha condotto un corso di formazione per operatori sociali sul recupero Della visione di Matera e l’uso di tecniche utili per progetti di inserimento sociale; ha organizzato e condotto vari di cucito creativo presso il Dipartimento di Salute Mentale di Matera aperti a gruppi di donne seguite dal Servizio di Salute Mentale per l’aumento delle competenze comunicative e professionali. Ha ideato e collaborato all’esperienza “Ricami di Pietra” del DSM di Matera in collaborazione con la ditta “Calia” che ha ottenuto il premio impresa e cultura “Peggy Guggenheim “ nel 2000.

La stessa artista dichiara: “Quando il professor Amnon Cohen, direttore della Pediatria e Neonatologia di Savona, mi ha proposto di partecipare alla mostra PediARTria nel suo reparto ho accettato con grande piacere. Ritrovavo in questa proposta lo spirito che aveva animato il nostro gruppo di artisti che si era creato nel ‘74 al mio arrivo ad Albissola. Per più di 10 anni abbiamo realizzato mostre nei luoghi più diversi, nel porto di Savona, nelle strade, sulla vecchia ferrovia e nelle osterie del centro storico di Albissola dimostrando cosi che l’arte poteva e doveva uscire dai confini delle gallerie e dei luoghi convenzionali. Artisti stranieri ed italiani, riconosciuti al livello internazionale o totalmente sconosciuti si univano non solo per affinità stilistiche o per amicizia ma per ma perche’ convinti che l’arte sia essenziale e che il suo valore universale debba essere regalato ovunque”.

“Per anni ho intrecciato il mio lavoro artistico e quello del teatro al mondo sociale tra Roma, Matera, Genova, Poznan (Polonia) e Gerusalemme. Ora torno a Savona e dedico questa mostra al diritto dei bambini di sognare”.

Dal 3 novembre Danièle Sulewic espone le sue opere all’interno della Struttura Complessa di Pediatria del San Paolo e metterà tutta la sua esperienza e la sua creatività a disposizione dei bimbi ricoverati presso il reparto ogni giovedì, curando con loro un laboratorio creativo.

La mostra è aperta, oltre che alle famiglie dei piccoli ricoverati, anche a tutta la cittadinanza: l’ingresso per i visitatori esterni è libero dalle ore 10.00 alle ore 18.00 nei giorni di Sabato e Domenica. Per concordare eventuali visite infrasettimanali, visite guidate e laboratori per le scuole è necessario contattare direttamente la Segreteria dell’ Associazione Cresc.i onlus ai seguenti numeri 019-8404903 o 019-8404920(Sig. Laura)

Le opere esposte sono in vendita e una parte dei ricavati saranno devoluti al Reparto di Pediatria di Savona, attraverso l’Associazione Cresc.i onlus, per finanziare i Progetti di Accoglienza attivi in Reparto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.