IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Viaggio nel mondo dello sport: la Polisportiva Giovanile Salesiana Albatros Alassio foto

Alassio. Oggi il viaggio nel mondo dello sport savonese passa da Alassio, per incontrare una società che è ormai entrata a far parte della storia della cittadina, sia perché attiva da oltre un ventennio, sia per i principi secondo i quali è stata fondata.

PGS Albatros Alassio

Si tratta della P.G.S. Albatros. Dal nome stesso si evince la filosofia che sta alla base della sua creazione: è nata come Polisportiva Giovanile Salesiana, con l’intento di promuovere l’attività sportiva accanto ad una crescita armonica dell’individuo secondo i principi che predicava don Bosco.

Con il passare degli anni, l’associazione è andata oltre l’ambiente parrocchiale, per impegnarsi nel mondo giovanile alassino proponendosi come sodalizio sportivo con uno sguardo all’agonismo. Di anno in anno l’offerta si è ampliata e, con essa, il numero di tesserati che tramite questa società hanno potuto cimentarsi nelle proprie passioni.

Ad oggi i corsi attivi per bambini e ragazzi sono di ginnastica ritmica, minibasket, latino americano, danza contemporanea, hip hop, break dance e teatro. Una piccola sorta di polisportiva, quindi, ma non restrittivamente dedicata ai giovanissimi. C’è spazio anche per gli adulti, che possono seguire corsi di latino americano, teatro, zumba e tone up. Un gabbiano stilizzato è il logo dell’associazione.

Durante l’anno numerose sono le occasioni di confronto e di crescita per i ragazzi che militano nella P.G.S. Albatros Alassio: dalla partecipazione al concorso nazionale “Don Bosco Cup” ai numerosi stage proposti con insegnanti di fama internazionale e alla presenza agli eventi organizzati sul territorio. Nella “Don Bosco Cup”, recentemente, il team alassino ha ottenuto eccellenti risultati: primo posto nel passo a due nel 2007, secondo posto nel 2008 e primo nel 2009 tra i gruppi hip hop 2° livello, quarto posto nel 2009 tra i gruppi hip hop 1° livello.

“I dirigenti e tutto lo staff della società offrono il loro tempo ai ragazzi, nella convinzione che praticare sport e attività artistiche in un ambiente sano e rispettoso, contribuisca alla maturazione di persone adulte migliori” spiega il presidente Filippo Gallerati.

“La P.G.S. Albatros Alassio attualmente si occupa principalmente di danza – spiega Gallerati -. E’ nata nei primi anni ’90 nell’Istituto Maria Ausiliatrice ad Alassio con i corsi di basket. In questi ultimi anni chi mi ha preceduto ha lavorato molto bene nel settore giovanile per ampliare questa grande società. Ci stiamo impegnando tutti insieme per sfruttare al meglio le occasioni sportive che ci vengono proposte. Ultimamente abbiamo collaborato con altre società locali, sia in ambito cestistico che di danza”.

Le attenzioni primarie sono rivolte ai ragazzi, come del resto è d’uopo in una polisportiva giovanile. “I nostri giovani allievi partono da un’età di 4 anni fino ad arrivare ai 20 anni circa – rimarca il presidente -, e sono impegnati nelle varie discipline; ci sono poi i corsi serali per gli adulti”.

La danza è il fiore all’occhiello dell’Albatros. “Il corso di danza ritmica è tra i più frequentati – afferma Gallerati -. In tutto la P.G.S. Albatros conta circa centoventi allievi. Durante l’anno agonistico partecipiamo ai campionati nazionali della Don Bosco Cup e anche quest’anno, grazie a varie vittorie, ci siamo qualificati. Tuttavia il nostro obiettivo è quello di insegnare ai ragazzi uno spirito di partecipazione. Partecipiamo sovente a gare regionali ed interregionali, nonché a quelle provinciali”.

La società, quindi, ha lo scopo primario di permettere ai bambini e ai ragazzi di passare il loro tempo socializzando, al di là della disciplina sportiva scelta. “Spesso l’agonismo pare interessare più ai genitori – confessa il presidente -; ai bambini principalmente piace stare in gruppo, in questo ambiente possono diventare amici e spesso e volentieri si ritrovano anche al di fuori delle lezioni. Il tutto si conclude con il saggio di fine anno, che teniamo nel palazzetto dello sport di Alassio che per noi è un grande evento”.

“La nostra quota associativa, di 40 euro, comprende assicurazione ed iscrizione annuale – dice Gallerati – e, ogni anno, un accessorio quali borse o tute. Poi ci sono le quote mensili che variano a seconda dei corsi scelti dall’allievo”.

Per quanto riguarda il minibasket, sono tanti i bambini che hanno preso in mano per la prima volta una palla a spicchi giocando con l’Albatros. Da un po’ di tempo, oltre ai propri allenamenti, i bambini della società possono lavorare costantemente con i coetanei di un’altra realtà alassina. “Stiamo effettuando una bellissima collaborazione con un’altra società locale – dice Gallerati -, la Pallacanestro Alassio, capitanata da Laura Ciravegna e Fabio Devia”.

“Anche loro hanno accettato l’affiliazione alla P.G.S. – prosegue -, quindi la famiglia si sta allargando sempre di più. Mi auguro che questa collaborazione continui, più che altro per i ragazzi, che così hanno modo di confrontarsi, divertirsi e crescere imparando uno sport sano”.

“Io sono presidente di questa società da tre anni, quindi sono ‘novello’ – rimarca -. Devo ringraziare per l’ottimo lavoro svolto il mio predecessore Luciano Beretta e il mio staff, del quale non posso fare a meno. Grazie a loro il nome della P.G.S. e di Alassio è stato portato al di fuori delle mura cittadine”.

Per quanto riguarda il minibasket, l’Albatros è impegnata nel settore dalla scuola dell’infanzia, fino alle medie. Dal 2010, grazie alla collaborazione con l’Olimpia Milano e l’adesione dell’Armani Junior Program, i ragazzi della squadra alassina hanno potuto assistere a diverse partite di Serie A e sfilare con i loro campioni. I corsi vengono svolti presso l’Istituto Ausiliatrice di Alassio per i bambini più piccoli ed al palazzetto di Alassio per gli Aquilotti e gli Esordienti.

La P.G.S. Albatros organizzerà domenica 24 novembre, per il quarto anno, il “Memorial Yuri Chiappe”. Il torneo di minibasket per la categoria Aquilotti, che si svolgerà al PalaRavizza di Alassio, intitolato “Il grande cuore del basket”, ha l’intento di ricordare Yuri, un giovane arbitro molto stimato e conosciuto in tutto il territorio ligure e non, mancato prematuramente nel 2010.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.