IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vado, accoltella il compagno dopo una violenta lite: 38enne patteggia 3 anni, 5 mesi e 10 giorni

Vado L. Ha patteggiato 3 anni, 5 mesi e 10 giorni per tentato omicidio Natascia Altobelli, la 38enne che, il primo febbraio scorso, ha colpito con un coltello il compagno Giancarlo Biagioni al termine di un furibondo battibecco. Teatro dei fatti l’appartamento dopve l’uomo viveva con la madre in via Ferraris a Vado Ligure. Altobelli, assistita dagli avvocati Daniela Gamba e Lucrezia Novaro,al momento è detenuta agli arresti domiciliari.

Secondo la ricostruzione dei fatti effettuata dai carabinieri, durante il litigio scoppiato perché motivi di gelosia e tensioni causate da problemi economici, la 38enne è andata in cucina e ha afferrato un coltello pugnalando Biagioni al petto. Poi ha chiamato il 118 che ha inviato un’ambulanza della Croce Rossa.

I soccorritori hanno a loro volta richiesto l’intervento dei carabinieri che hanno arrestato la donna. Il coltello da cucina, della lunghezza di 15 centimetri, era stato sequestrato e l’uomo trasportato in condizioni serie al San Martino di Genova.

La coppia risultava disoccupata da tempo. La donna in passato ha lavorato in un negozio di prodotti per l’igiene personale, poi in un’agenzia immobiliare di via Gramsci ed infine in uno dei punti vendita del Molo 8.44.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da notorious

    Mettiti comodo MrShultz. Nei prossimi anni ne vedremo delle belle.
    L’uomo ha i giorni contati.
    Colui che sopravvivera’ alla rottura di un rapporto, vivra’ i suoi giorni in galera o senza il becco di un quattrino.

  2. Scritto da mrscultz

    E questo come lo chiamiamo? Tentato “maschicidio”?