IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Turismo, Scrivano: “Outdoor importante. Incidente alla ‘Enduro Finale’? I rischi sono insiti in questo sport”

Savona. “Ponti” e festività che non rendono dal punto di vista delle presenze turistiche, e gli addetti ai lavori si dividono tra chi si scervella per inventare nuove attrazioni e chi, invece, chiude le proprie strutture in vista di una stagione “bassa che più bassa non si può”.

“Quello del primo novembre non è mai stato un ponte turistico perché si tratta di festività dedicate al culto dei morti per cui le persone restano per lo più nei propri paesi per partecipare alle funzioni religiose – spiega Carlo Scrivano, direttore dell’Unione albergatori di Savona – Inoltre è un momento in cui gli hotel sono chiusi, o perché gli albergatori sono in vacanza o perché rinnovano le proprie strutture per cercare di stare sul mercato. E poi c’è il fattore crisi che, per molti, farà tenere le saracinesche abbassate anche a Natale; uno, perché la gente ha meno soldi per andare in ferie, e poi perché il costo del lavoro, in questo Paese, è ormai esorbitante”.

Di qui l’esigenza di trovare dei salvagente per attrarre turusti anche in bassa stagione. L’outdoor nel Finalese, ad esempio, sta funzionando molto bene. “Sì, comincia ad essere un segmento molto importante stimato in più di 100 mila presenze ed è questo sui cui si cerca di puntare per destagionalizzare – dice ancora Scrivano – E’ chiaro che il turismo savonese è prettamente balneare (parliamo dell’85% delle presenze) ma il porblema è cercare di andare oltre i tre mesi estivi”.

Scrivano fa un accenno anche alle polemiche conseguenti la gara di Enduro che si è tenuta lo scorso weekend a Finale con il grave incidente che ha coinvolto uno dei biker, rimasto paralizzato a seguito di una caduta. “Ogni competizione presenta rischi, in particolare in discipline come questa, per cui tutti sanno che esistono margini di pericolo. Questa volta purtroppo è accaduto un incidente grave, e faccio i miei migliori auguri allo sportivo coinvolto, ma non bisogna criminalizzare la gara in sé, altrimenti non faremmo più gare di automobilismo o motociclismo, e vieteremmo tutto. Il pericolo, purtroppo, è insito in certi sport”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. F.Nietzsche
    Scritto da F.Nietzsche

    Si fa polemica per ogni cosa..ma chi la fa in realtà? I giornalisti o pseudogiornalisti per vendere di più. Basta con “l’informazione commerciale”!