IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tragedia Lampedusa, Salvini ad Albenga: “La Bossi-Fini non si tocca. E’ garanzia per italiani e stranieri” foto

Albenga. “La Bossi-Fini non si tocca perché è una garanzia per gli italiani e per gli stranieri, che altrimenti rischiano di crepare in mare”. Dopo la tragedia di Lampedusa Matteo Salvini, vice segretario federale del partito, segretario nazionale della Lega Lombarda e deputato al Parlamento europeo, non ha dubbi sulla ricetta da seguire per evitare che episodi simili si ripetano.

L’esponente della Lega lo ha ribadito ieri sera ad Albenga, dove era in visita: “Limitare l’immigrazione clandestina lo fa tutta l’Europa: la Germania, la Francia, la Spagna, l’Inghilterra e la Svizzera. Non vedo perché l’Italia dovrebbe spalancare le sue porte, non avendo neanche casa e lavoro per gli italiani. Aiutare questa gente a casa loro, ma non far venire qua nuovi schiavi. La coscienza sporca ce l’ha chi li fa partire, chi gli dice: ‘venite che c’è spazio’”.

“Purtroppo l’Europa per arginare questa situazione non fa nulla dovrebbe svegliarsi e tirare fuori soldi, ma ha poco da dare all’Italia e prima ci togliamo e meglio è” ha aggiunto Salvini sul tema dell’immigrazione. L’esponente del partito del Carroccio non ha poi fatto mancare gli elogi per il primo cittadino di Albenga Rosy Guarnieri e per il segretario nazionale della Lega Nord Liguria Sonia Viale: “Albenga è ben controllata, ma a Milano e nella sua periferia ci si fa il segno della croce. Albenga è una città ben amministrata, queste sono le donne che ci danno lustro, sindaci come questo sono una marcia in più”.

In precedenza il vice segretario federale della Lega Nord, segretario nazionale della Lega Lombarda e deputato al Parlamento europeo ha visitato Finale Ligure ed Alassio.

“Salvini ha affermato concetti chiari che rappresentano le battaglie del movimento – spiegano i portavoce della sezione finalese -. No all’immigrazione, all’indulto, all’euro e all’Europa così concepita”.

Presenti all’incontro i responsabili delle categorie di commercianti, albergatori e bagni marini, i quali hanno sottoposto a Salvini una serie di domande. A salutare Salvini a nome dell’amministrazione di Finale Ligure era presente il vicesindaco Giovanni Ferrari.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da NoNickNoName

    il fatto caro salvini è che albenga non è peggio ma nemmeno meglio di altri posti, semplicemente perche in tutta italia ti devi fare il segno della croce, non solo a milano.questo naturalmente lasciando da parte i paesucoli turistici tipo alassio o pietra che si credono citta ma non lo sono e vivono ancora situazioni di relativa calma, per loro fortuna….ma x poco, c’è da starne certi.

  2. Scritto da NoNickNoName

    la bossi fini è una legge inutile ed è anche fallita miseramente. ne serve una seria severa e soprattutto che si possa applicare. questa è solo carta rimasta lettera morta

  3. Scritto da yogsototh

    deve salvarsi la faccia ma albenga non è più come la descrive purtroppo e non solo albenga…

  4. Tex Murphy
    Scritto da Tex Murphy

    Battuta infelice quella di Albenga “ben controllata”…..