IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Toirano, gheppio soccorso dall’Enpa che attacca: “Aiutino noi invece di pensare solo ai cacciatori”

Più informazioni su

Toirano. Un giovane gheppio in difficoltà è stato soccorso nel centro di Toirano dai volontari dell’Enpa. “Da inizio anno, cioè da quando è cessata la convenzione con la Provincia di Savona, che non dimentica mai le pretese dei cacciatori ma non ha inserito a bilancio 2013 neppure un euro, è il millecinquecentosessantaseiesimo animale selvatico ricoverato dall’Enpa” spiegano dall’associazione.

“Il volatile è stato subito portato presso un centro veterinario specializzato a Genova, dove gli è stata fornita la diagnosi e le cure, subito iniziate e finalizzate alla guarigione, alla riabilitazione ed alla successiva rimessa in libertà: mezzi, benzina, autostrada, parcella veterinaria, strutture, cibi e medicine a carico Enpa, naturalmente” precisano ancora i volontari.

“In un paese percorso da ogni tipo di inadempienze ed omissioni penalmente perseguibili della pubblica amministrazione e dei politici che la governano, da troppi anni c’è anche quella del mancato soccorso della fauna selvatica; ma i politici genovesi e savonesi ora hanno da fare, non disturbateli, debbono fare tutto il possibile per rimandare subito a caccia i cacciatori. Surreale l’intervento pro-caccia – a parte quelli vergognosamente scontati dei consiglieri di ‘larghissime intese sulla caccia’ Miceli, Ferrando, Scibilia, Scajola, Morgillo e Bruzzone – del sindaco di Villanova d’Albenga, che pretende che adesso sia lo Stato a pagare i danni dei cinghiali agli agricoltori perché la loro caccia è sospesa: se si sveglia un attimo saprà che l’incremento degli ungulati è proprio colpa e beneficio dei cacciatori” concludono dall’Enpa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da ASSUNTA CAMMELLATE

    Siamo una regione ricca e senza problemi??
    In settimana riunioni di assessori provinciali e regionali con presidenti di provincia ed uno stuolo di dirigenti, funzionari ed impiegati per ore e ore, sabato 19 riunione della commissione consigliare regionale apposita (500 euro a capoccia di gettone?), contemporaneamente diversi funzionari ed impiegati provinciali in straordinario festivo in attesa della decisione.
    E’ per salvare gli operai di un’azienda in liquidazione?
    Per aiutare qualche categoria di cittadini alle prese con la crisi economica?
    Per consentire a disabili, malati o pensionati di evitare tasse e ticket per curarsi?
    No, è per aggirare lo stop alla caccia del consiglio di stato e permettere ai cacciatori di riprendere le loro stragi fina da domenica 20!
    Politici con il pallino della caccia, vergognatevi, vergognatevi, vergognatevi.
    Carlitos la calunnia è un reato e lei se ne apporiffta dall’anonimato, perché non ha il coraggio di firmarsi.
    I soldi dei cacciatori ritornano tutti alle loro attività tramite gl iassessorati, ed anche di più, siete l’unica categoria superprotetta che ha questo provilegio, vergonatevi anche voi.
    Quovadisdomine, nei 1566 animali non ci sono gatti ma centinaia di rondoni, rapci ed altri animali più o meno rari. Se è un compito della provincia perché non lo fa la provincia??
    Garelli Gabriella, Marco Buzzone, Giuliana Buzzone, Corsi Serafino, Assunta Cammellate.

  2. Scritto da rapalino

    ………….bellissimo uccello il gheppio………….ma i cacciatori di sicuro non gli sparano…………

    Anche se non condivido la caccia mi sembra di aver letto in questo articolo ed in alcuni commenti delle sonore str…ate:

    “assolutamente niente se quello che gli è stato concesso non è normativamente in regola (che è proprio quello che dovrà verificare il Consiglio di Stato)”

    sperando che lo stato restituisca il maltolto, mi piacerebbe sapere con che criterio è stata aperta la caccia…………probabilmente per fare solo cassa…………
    è come se pagando il bollo dell’auto non la si potesse usare.
    Se non posso cacciare allora fate una legge a riguardo che vieti la caccia però poi non lamentatevi se qualcuno esasperato avvelena i colombi o mette i lacci per i cinghiali.
    Da profano non avendo mai visto i danni dei cinghiali un giorno ho chiesto ad un amico come mai era crollato il muro a secco……………..”cinghiali ” mi ha risposto.

  3. marco1
    Scritto da marco1

    Gentilissimo Terzio,o lei mente sapendo di mentire oppure non conosce la realtà dei fatti.So che sarà un’impresa ardua ma,magari con qualche esempio,cercherò di farle capire come stanno realmente le cose.
    1) Non sono (purtroppo) compiti dei cacciatori né la stesura del piano faunistico nel quella del calendario venatorio,purtroppo tali incarichi sono affidati a persone,come stanno dimostrando i fatti,totalmente incompetenti in materia! Pertanto,nel momento in cui “acquisto” un prodotto e questo non funziona per motivi indipendenti da me,o me lo cambiano o mi ridanno indietro i soldi.Penso che sia chiaro anche per lei!!!
    2) i soldi dei cacciatori vanno già nelle casse dello stato,a differenza di quelli dell’enpa che da li vi escono,pertanto,anche in minima parte,diamo già il nostro contributo.Se ciò non bastasse,siamo comunque impegnati nel sociale,dalla pulizia di boschi,fiumi e sentieri all’organizzazione di eventi a scopo benefico a favore di associazioni di volontariato,ospedali o semplici privati.Forse il nostro errore è quello di non metterci abbastanza in mostra,a differenza dell’enpa,da cui dovremmo certamente imparare,che fa un articolo per ogni piccione con la diarrea di cui si occupa e magari,con l’occasione,chiede un po’di soldi (vedi tutti gli articoli che parlano dell’ enpa)Il volontariato serve per aiutare,non per mettersi in mostra.
    3)Il fatto che un’associazione che elemosina continuamente soldi per curare gli animali e poi spende gli stessi soldi per fare ricorsi su ricorsi contro la caccia non ha bisogno di alcun commento,ogni persona con un briciolo di cervello trarrà le giuste conclusioni.
    4) Si,mi dispiace deluderla ma i pesticidi usati in agricoltura uccidono molto più dei cacciatori,comprese le specie non cacciabili,oltre al fatto che sono poi dannosi anche per la nostra salute.A me poi hanno insegnato che prima si cerca di riparare la perdita maggiore e poi si riparano le altre.Perchè non fate le stesse battaglie che fate contro la caccia anche contro gli agricoltori,le compagnie petrolifere,l’inquinamento dovuto all’industria? Perché se lo faceste verreste inevitabilmente massacrati! Invece con i cacciatori è più facile vero,tanto noi non ci arrabbiamo mai……

  4. Scritto da Terzio

    I cacciatori, devono usufruire solo di ciò che è normativamente legale… il fatto che abbiano lautamente pagato in anticipo non significa assolutamente niente se quello che gli è stato concesso non è normativamente in regola (che è proprio quello che dovrà verificare il Consiglio di Stato). I soldi dell’enpa sarebbero ben spesi se utilizzati per dar da mangiare agli anziani? Ma anche i soldi che i cacciatori spendono per andare a caccia sarebbero ben spesi nello stesso identico modo… quindi comincino i cacciatori a dare il buon esempio (anzichè pretendere che certe cose le facciano gli altri): loro per primi smettano di andare a caccia e versino i loro soldi ad anziani e famiglie bisognose, invece di chiacchierare e chiedere che lo facciano altri! E sì caro marco1, per fortuna le associazioni qualche soldo per fare ricorso contro certe belle pensate venatorie ce l’hanno ancora… anche se capisco che a lei farebbe piacere il contrario, così i cacciatori sarebbero liberi di fare quel che certi politicanti pro-caccia gli accordano. Muoiono più animali per i pesticidi usati in agricoltura, dice? Ammesso che sia così, allora è doppiamente da sciocchi ammazzarne altre decine e decine di milioni con la caccia… è un danno che si aggiunge al danno.

  5. Scritto da carlitos

    ” marco1 ” parole sante !!!! Predicano solo sai che fine fa il gheppio dopo averlo messo in mostra e fatto scrivere i giornali spengono la luce e gli danno una patta per terra
    Ricorda fanno molto di più le persone comuni che questa razza di parolai mangiasoldi ( ENPA , LIPU ecc ecc)
    In quanto sui lasciti li fanno sparire vedi Savona