IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Tennis&Squash Vado, dominio al Trofeo Csain Open: Cannizzaro primo, Di Venanzio secondo foto

Vado Ligure. Riparte dal Piemonte la stagione agonistica 2013/14 di squash targata ASSI-CsaIn con il 12° Trofeo Csain di categoria Open organizzato dalla ASD Biella Squash e disputatosi sui campi del Centro Sportivo Pralino di Sandigliano.

Come sempre c’è grande attesa per il primo torneo della stagione, le iscrizioni fioccano e già tre settimane prima della chiusura si è già ampiamente superato il numero massimo di possibili partecipanti. Tanti quindi i giocatori in stand by in attesa di entrare al posto di eventuali assenti. In serata di giovedì i tabelloni vengono pubblicati: sono quasi tutti presenti i migliori giocatori del circuito: dei primi sette in classifica nazionale ne mancano giusto un paio.

E sabato mattina alle 9 precise si incomincia con i primi incontri. Guidotti batte Fortuna per 3-1, Panara concede solo un gioco a Di Bernardo, così come Tapparo a Giovannelli e Ghirelli a Porreca. Iannucci batte 3-0 Olivieri e con lo stesso punteggio Davide Fadi si libera di Montemarano. L’ultima partita del primo turno è quella tra Ennio Marchesin contro Fabio Marinoni da Lugano che, equilibratissima, si conclude solo al quinto gioco con l’elvetico che si aggiudica la maratona squashistica per 1 solo punto. Da sottolineare, oltre all’intensità ed alla qualità dell’incontro la grande sportività di entrambi i giocatori, entrambi autentici signori del parquet. Certamente il loro incontro è uno dei più belli di tutto il torneo.

Secondo turno con pochissime sorprese. Tutte le teste di serie in campo hanno la meglio contro i loro avversari abbastanza agevolmente: se si esclude Luca Cavallini che riesce a strappare un gioco a Cannizzaro, tutti gli altri incontri terminano col punteggio di 3-0.

Avanti quidi Gianfredi, Di Venanzio, Barra, Taiocchi, Ottaviani e Lessona ai danni rispettivamente di Panara, Guidotti, Tapparo, Iannucci, Fadi e Marinoni. Avanti anche il “vecio” Ghirelli in seguito al ritiro al’ultimo di Pavesi.

Nel successivo turno Cannizzaro batte Ottaviani 3-0 e col medesimo punteggio Lessona fa fuori Gianfredi e Barra si libera di Ghirelli. Intensissima ed incerta fino alla fine invece il match tra Taiocchi e Di Venanzio: 10-11 per il ligure il primo gioco, e pronto riequilibrio da parte del bergamasco 11-8, nuovo vantaggio per Di Venanzio (8-11) e nuovo riaggancio (11-6). L’ultimo e decisivo gioco vede Di Venanzio prevalere per 11-9.

I quattro semifinalisti, Cannizzaro, Di Venanzio, Barra e Lessona, si rilassano in giardino in attesa delle semifinali e lasciano spazio ai tabelloni di recupero con i biellesi che si riscattano conquistando le tre finali dei tre tabelloni di recupero. Fortuna nel 17°, Tapparo nel 9° e Gianfredi nel 5°: cercheranno di vincere le birre messe a disposizione dalla Menabrea rispettivamente ai danni di Giovannelli, Iannucci ed Ottaviani.

In attesa delle finali di consolazione in contemporanea si disputano le semifinali: Cannizzaro batte 3-0 Danilo Barra e Di Venanzio batte 3-0 Javier Lessona.

Sono passate da poco le 16 e pertanto c’è tempo per disputare al meglio dei 3 giochi su 5 anche tutte le finali di recupero. Si parte con quella per il 17° posto con Fortuna che regola Giovannelli per 3-0.

Sull’altro campo intanto Gianfredi ha la meglio su Ottaviani col punteggio di 3-2 e con parziali da brivido a testimonianza dell’equilibrio in campo. Marco Tapparo conquista il 9° posto battendo 3-1 Iannucci che nel quarto gioco sul 10-10 manca di un soffio l’impresa di riapre il match. Impresa che invece riesce a Xavier Lessona: sotto di 2 giochi persi con il punteggio fotocopia di 11-7 contro Danilo Barra, di colpo si trasforma e rende la cortesia all’avversario vincendo lui questa volta due giochi con il punteggio fotocopia di 7-11. Nell’ultimo game però non c’è storia: Barra appare stanco e frastornato e l’italo-argentino lo punisce 11-5 ed il terzo posto è suo.

La finalissima vede il superfavorito Cannizzaro sotto di due games (8-11 e 9-11 i parziali) ma il “lungo” di Vado non ci sta e recupera alla grande il terreno perduto e raggiunge il conterraneo “meno lungo” di Vado riprendendosi i due giochi persi con l’identico punteggio di 11-8 e 11-9 prima di mettere definitivamente il match in sicurezza e chiudendo l’ultimo gioco 11-4.

La classifica del Trofeo Csain di categoria Open:
1° Cannizzaro Andrea (Tennis&Squash Vado)
2° Di Venanzio Marcello (Tennis&Squash Vado)
3° Lessona Javier (JoyFit Squash & Fitness)
4° Barra Danilo (Sporting Milano3)
5° Gianfredi Andrea (Biella Squash)
6° Ottaviani Riccardo (Squash Club Lugano)
7° Taiocchi Stefano (Bergamo Squash)
8° Ghirelli Paolo (Tennis&Squash Vado)
9° Tapparo Marco (Biella Squash)
10° Iannucci Gianluca (Varese Squash)
11° Cavallini Luca (Bocconi Sport Team)
12° Panara Simone (Varese Squash)
13° Fadi Davide (Varese Squash)
14° Guidotti Gianluca (Varese Squash)
15° Marinoni Fabio (Squash Club Lugano)
17° Fortuna Alessandro (Biella Squash)
18° Giovannelli Marco (Varese Squash)
19° Marchesin Ennio (Varese Squash)
20° Montemarano Andrea (Sporting Milano3)
21° Di Bernardo Luca (Biella Squash)
22° Porreca Roberto (Varese Squash)
23° Olivieri Marco (Tennis&Squash Vado)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.