IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Scambio di provette per far eludere a motociclista il drug test: assolta infermiera del Santa Corona

Pietra L. E’ stata assolta perché il fatto non costituisce reato l’infermiera dell’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure accusata di uno scambio di provette per il drug test dopo un incidente stradale avvenuto a Loano. Per l’accusa la donna avrebbe aiutato un motociclista con il quale era in confidenza. Alla donna è stato contestato di aver contribuito a far concretizzare uno scambio di provette di urina tra il centauro ed un amico che era con lui in ospedale, ma questa mattina è arrivata la sentenza di assoluzione emessa dal Tribunale di Savona.

Secondo l’accusa della polizia stradale, con la complicità di un vigile, dell’amico che viaggiava dietro di lui e della donna, il centauro, almeno in un primo momento, era riuscito ad evitare il test sull’urina. I poliziotti avevano infatti notato uno strano via vai dallo stanzino dove il motociclista doveva depositare il campione nella provetta. Quando le analisi avevano dato esito negativo gli agenti avevano quindi deciso di farle ripetere. Stavolta il centauro era stato costretto ad effettuare il test sotto gli occhi di un poliziotto. I risultati, stavolta positivi, avevano quindi accertato che era alla guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti.

Per il motociclista era così scattata la denuncia per guida in stato di ebbrezza e falsificazione di prove con ritiro immediato della patente. Per il vigile, l’amico e l’infermiera era invece arrivata una denuncia a piede libero per concorso in favoreggiamento. Accusa che la donna ha sempre respinto con decisione.

Secondo il suo legale lei, infatti, si era semplicemente limitata a ritirare il campione e portarlo in laboratorio, ma senza sapere che l’urina non fosse del guidatore, bensì dell’amico, una tesi che è riuscita a prevalere nel procedimento penale con l’infermiera assolta dalle imputazioni a suo carico.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da pippo

    Sarebbe interessante sapere ciò che pensa questa infermiera dei politici, magari è fra quelli che sbraitano, che insultano, che odiano, che urlano che tutti devono andare a casa a calci in c…
    Poi, tutti, nel nostro piccolo, contribuiamo per i fatti nostri a rendere invivibile questo mondo di cacca, perché tutti siamo più furbi, perché solo gli altri sono str…, a cominciare dai poliziotti che per uno stipendio da fame si sentono presi in giro da queste bassezze e da queste sentenze ridicole.
    L’infermiera almeno si è chiesta come mai il suo amico finiva nel bagno con un altro? O poverina non poteva sapere, le hanno scambiato le provette a sua insaputa?