IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona Rugby: la trasferta a Recco non porta punti, soddisfazioni solo dall’Under 18 risultati

Savona. Terza giornata valida per il campionato di Serie C2 ligure 2013/14. Il Savona di Paul Chiru e Sebastiano Chizzali affronta la difficile trasferta di Recco con una formazione incerottata, contro la prima della classe.

La squadra recchelina è la cadetta della società che ha dominato la Serie A1 e che ha sfiorato l’eccellenza ai playoff; l’esperienza dei suoi giocatori, trasmessa alla squadra che la stagione scorsa ha ben figurato nel campionato Under 23 (ora cancellato), ha dato vita a questa realtà che è attualmente in testa al campionato ligure di categoria a punteggio pieno.

Le difficoltà si palpano fin dall’inizio, con la mischia savonese che, nonostante la superiorità di “peso”, subisce la preparazione tecnica dei biancocelesti; i padroni di casa impongono da subito un ritmo molto alto al match e riescono a marcare la prima meta già al 5°, al termine di un’azione lunga e prolungata ricca di ricicli veloci, sulla fascia destra, con la palla che viene poi fatta scorrere fin sul lato opposto del campo e conclusa in meta dall’ala.

I biancorossi tentano in diverse occasioni di rompere la compatta linea difensiva di Recco, e in un paio di circostanze, con Gabriel Lazarciuc prima e con Riccardo Ermellino poi, arrivano ad un passo dalla linea di meta, ma anche in queste occasioni la difesa dei padroni di casa con caparbietà riesce ad impedire la marcatura.

Sono invece gli squaletti a muovere ancora il tabellino, con una bella giocata al 17° che, complice una scalata difensiva scoordinata, permette all’apertura recchelina di schiacciare il pallone sotto ai pali, con successiva trasformazione.

Dopo altri 4 minuti è un’azione fotocopia che apre la porta ai biancocelesti per la terza meta, nuovamente sotto i pali e quindi trasformata.

Le difficoltà del Savona, che sta comunque giocando una partita al massimo livello possibile, considerata la situazione d’emergenza, ed il punteggio, senza dubbio meritato dai padroni di casa ma impietoso nei confronti degli ospiti, si concretizzano nell’organizzazione di gioco. Per gli ospiti diventa difficile costruire se i palloni dalle mischie escono con difficoltà e se le touche non girano come dovrebbero; non basta la presenza continua e la pulizia sulle ruck a regalare quel guizzo che potrebbe riaprire la partita.

I savonesi hanno comunque cuore e gambe e difendono il campo dalle veloci incursioni degli ottimi trequarti di casa, riuscendo a mantenere il risultato di 19 a 0 fino al termine della prima frazione.

Nel secondo tempo, con qualche aggiustamento, si notano alcuni miglioramenti: in mischia chiusa comincia a muoversi qualcosa e con alcuni palloni giocabili i biancorossi si avvicinano in più occasioni alla linea di meta recchelina, ma al 7° sono ancora i padroni di casa a trovare il varco giusto nella difesa ospite, marcando la quarta meta e conquistando quindi il bonus.

Il Savona, con le gambe oramai spezzate, tenta comunque con orgoglio di diminuire il gap, ma sono ancora i locali a concretizzare al 14° con un’altra azione veloce al largo.

Gli ultimi 20 minuti dicono solo Savona: su un’ottima touche recchelina recuperata sui cinque metri, la mischia biancorossa organizza una maul che si conclude nel migliore dei modi con Roberto Guida che schiaccia la meta della bandiera al 30°; il finale è un forcing continuo, con i savonesi che, oramai consapevoli di non avere più alcuna speranza di ribaltare il match, costringono comunque i padroni di casa a difendere per tutti i minuti di gioco restanti.

A pochissimo dal termine, il direttore di gara è costretto ad estrarre un cartellino giallo nei confronti dell’ala del Recco, primo ed unico provvedimento della giornata, in seguito ad un fallo ripetuto: una sanzione che è toccata ai padroni di casa, ma che è la dimostrazione di come la partita sia stata sostanzialmente regolare e giocata a viso aperto ma con correttezza da entrambe le formazioni. La partita termina quindi sul risultato di 31 a 5.

Il campionato ora regala un weekend di riposo a tutte le squadre e riprenderà domenica 10 novembre con la storicamente combattuta e molto sentita trasferta ad Imperia che vedrà il Savona impegnato contro la Union Riviera Rugby, alle ore 14,30.

Vediamo i risultati della società savonese nei campionati giovanili. Nell’Under 18 primo risultato utile per i giovani savonesi allenati da Andrea Luvarà e Luca Ferrari, corsari sul campo di Novi Ligure con il risultato di 8 a 10.

Nell’Under 16 buona prova del Savona guidato da Sara Essaber e Riccardo Ermellino che, anche se sconfitto a Genova per 22 a 15, porta comunque a casa un prezioso punto in classifica.

Nel campionato Under 14 pesante sconfitta per i ragazzi di Andrea Costantino, Stefania Barisone e Fabio Rossi che, contro il blasonato Pro Recco, escono dal campo con il risultato di 107 a 5; la meta biancorossa porta la firma di De Santis; buone le prove di Frassino, Noceto e Aquino.

Ultimo fine settimana di riposo per la formazione femminile, che domenica 3 novembre sarà impegnata nel primo concentramento della stagione di Coppa Italia, a Cogoleto, a partire dalle ore 10.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.