IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, pakistano picchiato e gettato in mare: al vaglio le immagini della videosorveglianza

Savona. Proseguono le indagini della polizia di Savona sul linciaggio avvenuto venerdì sera nella Vecchia Darsena nei confronti di un cittadino pakistano, regolare, Mehmood Arshad, 41 anni. Un gruppo di persone, fra i 30 e 35 anni, uno proprietario di un cane rottweiler, avrebbe aggredito l’extracomunitario gettandolo poi in mare, con uno degli aggressori che avrebbe addirittura cercato di affogarlo. Questa mattina gli agenti della Questura passeranno al vaglio tutte le immagini del circuito di videosorveglianza per individuare i responsabili del gesto.

Secondo la ricostruzione dell’accaduto il pakistano è stato preso a calci e pugni per futili motivi (forse la richiesta di una sigaretta), procurandogli una frattura del naso e ferite con una prognosi di 30 giorni.

Ad intervenire per soccorrere il 41enne una poliziotta fuori servizio ed altre due donne, che hanno aiutato l’uomo a risalire dalle acque del porto, tra le imbarcazioni attraccate nel tratto di Darsena. Il pakistano, tra l’altro, non sapeva nuotare.

Elementi utili all’indagine sono arrivate anche dalla loro testimonianza, così come di altre persone presenti venerdì sera e che hanno assistito alla scena.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. pirata
    Scritto da pirata

    Penso che in Questura abbiano di meglio da fare … massimo rispetto per la Polizia di Stato, ma non perdete troppo tempo dietro il pakistano …. Per la sicurezza di chi in realtà paga le tasse, penso che ci siano ben altri modi per impegnare il vs prezioso servizio.