IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

A Savona arriva il master in biotecnologie

Savona. Il CIRGIS annuncia l’apertura delle iscrizioni per il “Master di II livello in “Biotechnology: methods, law and management” che si terrà presso l’Università degli Studi di Genova – Polo Universitario di Savona. Domani, venerdì 18 ottobre, alle ore 17:00, la presentazione ufficiale presso l’Unione Industriali.

L’idea di questo Master è nata in seno alla Fondazione CIRGIS, Centro Internazionale Ricerche Giuridiche Iniziative Scientifiche, che destina quasi tutti i fondi che le pervengono alla formazione dei giovani e all’aggiornamento professionale con indirizzi diversi.

L’iniziativa, rispetto alla precedente edizione del Master in Diritto delle Biotecnologie già attribuibile al Prof. Avv. Giuseppe Aglialoro – coordinatore e Segretario Generale della Fondazione CIRGIS, punta sul criterio dell’apprendere per “saper fare”. In considerazione di tale presupposto, il Prof. Avv. Giuseppe Aglialoro, unitamente al Prof. Paolo Pisa ed alla Prof.ssa Carmelina Ruggiero, hanno avuto modo di prendere contatti con numerosi docenti depositari di saperi diversi e ciò al fine di poterli intrecciare rendendo questo Master un approfondimento nelle discipline economico, finanziarie, giuridiche e scientifiche che potesse consentire ai laureati l’approccio rivolto alla libera professione ed al rapporto con le imprese (CEO, AD etc…) ma, anche, al fine di proporsi direttamente sul mercato come imprenditore di se stesso.

Il Master ha proprio tra le sue finalità quello di accrescere la formazione multidisciplinare che deve caratterizzare le nuove figure professionali che vogliono guardare al futuro delle nuove tecnologie, dei nuovi prodotti e processi industriali coniugandole con la ricerca e l’eccellenza scientifica.

“Per predisporsi ad essere protagonisti di questi settori innovativi, si deve riconoscere che la preparazione monodisciplinare delle facoltà come giurisprudenza, ingegneria, economia, biotecnologia ed altre ancora, deve arricchirsi di nuove conoscenze che invadono e abbracciano tutte queste discipline, per saperle attraversare ed utilizzare integrandole alla formazione di provenienza, in una parola curricula ibridi” afferma il Prof. Aglialoro.

Ecco alcuni numeri sul master: il numero massimo di allievi previsti è pari a 40 (il numero minimo di studenti per partire sarà di 20). Il corso, ha la durata complessiva di 12 mesi con inizio il 21 novembre 2013 e termine a novembre 2014. Il Master ha frequenza obbligatoria: le lezioni frontali normalmente si svolgeranno il giovedì ed il venerdì e due volte al mese anche il sabato.

Le lezioni saranno tenute da 71 docenti provenienti da 10 università italiane ed alcune straniere. Al corso sono attribuiti 60 CFU. Al corso corrispondono 1.500 ore/studente e sono ripartiti tra: – 462 ore di attività formativa d’aula; – 160 ore di stages; – 494 ore di studio individuale comprensive di visite guidate ed attività processuali; – 370 ore di elaborazione per la redazione della tesi di Master (di cui 50 ore presso centri convenzionati con la Fondazione CIRGIS: in Lucca Fondazione Campus del Mediterraneo); – 14 ore di seminario interdisciplinare conclusivo.
Il costo totale per il singolo allievo è pari a 3.714 Euro che potrà essere pagato in due tranche (1.764 euro entro il 18 novembre 2013 e 1.950 entro il 31 marzo 2014).

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.