IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Savona, al Gabbiano una sfilata canina amatoriale: i fondi raccolti per aiutare i cani delle perreras spagnole

Più informazioni su

Savona. Un pomeriggio da star per gli amici quattrozampe. E’ quello organizzato per sabato 12 ottobre, a partire dalle ore 14,30, al Centro Commerciale il Gabbiano di Savona dove si svolgerà una sfilata canina amatoriale. L’evento consiste in una sfilata alla quale sono invitati tutti i proprietari di cani di razza e meticci, al termine della passerella una speciale giuria premierà i tre finalisti.

L’iscrizione alla manifestazione avviene attraverso un modulo presente presso il comitato organizzativo. La sfilata è promossa dal centro commerciale con il supporto dall’associazione onlus “Una cuccia per la Vita”, composta da un gruppo di volontari italiani che si impegnano per salvare la vita ai cani condannati a morte nelle perreras spagnole. ‘attività consiste nel riscattare dalle perreras (principalmente dalle due perreras di Granada) il maggior numero di cani possibili, altrimenti destinati a una morte atroce.

Oltre ad una raccolta fondi destinata alla Onlus, l’evento ha lo scopo di presentare il lavoro dell’associazione che da anni si batte per il riscatto dei cani delle perreras spagnole. Per il riscatto di un cane è necessario copirire le spese per le visite veterinarie, le vaccinazioni e i documenti di identificazione. Dopodichè si rende necessario farlo stazionare per un periodo di quarantena di 30 giorni in una pensione o rifugio spagnolo prima del viaggio in Italia o in altri paesi europei verso le famiglie di adozione.

Una Cuccia per la Vita, si occupa della raccolta fondi per il pagamento delle spese veterinarie e amministrative (circa 70/80 euro a cane), della pensione di quarantena (150 euro a cane) e di viaggio (circa 120/140 euro a cane), nonchè nella ricerca di stalli e adozioni in Italia. “Gli stalli e adozioni sono importantissimi, tanto quanto le donazioni. Infatti, mano a mano che cresce il numero di cani nei rifugi di quarantena, i costi per riscattare gli altri animali che nel frattempo continuano ad entrare in perrera diventano insostenibili” spiegano dall’associazione.

“Tutta l’attivatà svolta dai volontari è presente sulla loro pagina Facebook dove è posibile vedere le foto dei cani in attesa di adozione o in lista di soppressione, al fine di trovare loro un’adozione definitiva o uno stallo temporaneo che li tolga dalle mani del boia. Negli ultimi mesi sono stati numerosi i viaggi delle salvezza per tanti amici a quattro zampe che erano in lista di soppressione nei lager e centri di annientamento spagnoli. Nella sezione ‘Storie a lieto fine’ potete vedere i loro volti felici all’arrivo in Italia nelle famiglie d’azione” concludono dalla Onlus “Una cuccia per la vita”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.