IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pietra Soccorso diserta la Giornata del Volontariato: “Poche risorse umane e rimborsi in ritardo. Aiutateci ad aiutarvi!” foto

Pietra Ligure. Oggi a Pietra Ligure si è svolto l’evento “Sport senza barriere”, nell’ambito della Giornata del Volontariato. Una manifestazione dedicata allo sport ed alla possibilità di praticarlo da parte delle persone diversamente abili, ma anche volta a valorizzare il mondo del volontariato.

Tra le associazioni presenti, però, non c’era una tra le più attive sul territorio, la pubblica assistenza Pietra Soccorso.

Sono il Consiglio direttivo e la Direzione dei servizi dell’associazione a motivare questa assenza. “La nostra mancata partecipazione alla Giornata del volontariato organizzata dal comune di Pietra Ligure – spiegano – è un atto di protesta e sensibilizzazione per focalizzare l’attenzione delle amministrazioni locali e della popolazione su un tema fondamentale come quello del primo soccorso sanitario; servizio che al momento viene delegato ad associazioni di volontariato che ogni giorno fanno il possibile per garantire il servizio”.

“Attualmente la nostra associazione – rimarcano -, come tutte le pubbliche assistenze, sta vivendo un momento di crisi sia dal punto di vista delle risorse umane, infatti sempre meno persone decidono di mettere a disposizione un po’ del proprio tempo libero, sia dal punto di vista economico, a causa dei ritardi dovuti alle tempistiche di rimborso dell’Asl”.

“Tutto ciò comporta che molto spesso l’intero sistema è ai limiti del collasso, con difficoltà a garantire il servizio d’emergenza urgenza e il rischio di inevitabili ritardi nei soccorsi. Riteniamo sia opportuno che le amministrazioni e le popolazioni, che quotidianamente usufruiscono di questo servizio, siano coscienti delle difficoltà e delle precarietà in cui versa tale indispensabile risorsa e che si adoperino affinchè si possa giungere ad una risoluzione”.

“Crediamo – concludono i consiglieri di Pietra Soccorso – sia utile che tutti conoscano il sistema e le professionalità che vengono messe in campo nel momento in cui l’utente che necessita d’assistenza compone il 118”.

I volontari della pubblica assistenza, nel corso della manifestazione, hanno esposto un eloquente striscioni in piazza San Nicolò: “Oggi non ci siamo! Siamo talmente pochi che riusciamo a stento a garantire la continuità del servizio! Aiutateci ad aiutarvi!”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da becciagrillo

    @SPRUZZINO & ale72xx: inizialmente avevo inteso che facevate parte della stessa associazione…ma a questo punto devo pensare che o siete di associazioni diverse o all’interno non vi parlate perchè su fronti contrapposti.
    Per quanto riguarda le considerazioni sul passato non mi sembrava che SPRUZZINO avesse detto chissà che: “SE ci sono state” faceva intendere anche che potevano non esserci stat…e d’altro canto chi non ha mai commesso errori??
    Quando poi ci si rivolge a tale DellePiane non capisco il riferimento in questo contesto..o mi sfugge qualcosa…

  2. FOLGORE
    Scritto da FOLGORE

    @Spruzzino, FF, ale72xx su una cosa concordo con voi, 200.000€ per una ambulanza sono davvero davvero esagerati, come ha affermato alex72xx quando costano 80.000€ sono già ottime ambulanze, bisogna comunque fare attenzione quando si espongono delle cifre.
    Detto ciò a prescindere se l’evento fosse sport per diversamente abili o giornata del volontariato non cambia il mio parere: In entrambi i casi si protesta MA NON SI DISERTA!!!
    Torno a ripetere si diserta un Rally, si diserta una sagra si diserta una manifestazione comunale ma non eventi volti al sociale come questi.
    Riguardo i dipendenti mi pare di aver precisato che anche dove sono io ce ne sono 2, non ho nulla in contrario che ci siano anche a Pietra, ma trovo paradossale che noi con due e senza aver avuto la marea di servizi che aveva Pietra tiriamo avanti in silenzio e laddove invece c’è comunque un congruo numero di dipendenti si arrivi a tali lamentele.
    Torno a ripetere la mancanza di personale si ovvia assumendo persone laddove mancano, continuo a non vedere il problema, altri quando han avuto il problema della mancanza di personale han effettuato assunzioni.
    Vedo invece come basta una voce interpretata come fuori dal coro come quella di spruzzino per un intervento maschio che ha riportato nei ranghi il potenziale sovversivo che si affretta a chiarire porgere sentite scuse per il vilipendio ribaltando tutto su presunte persone che hanno qualcosa di personale. Uno spasso davvero.
    @FF concordo con te anche sulla frase “quante cacate ci tocca sentire” te ne dico un’altra che ho sentito spesso “i servizi (prima dell’avvento del CCT n.d.r.) erano equamente distribuiti sul territorio” (ovviamente il fatto che dopo l’istituzione del CCT per la quasi totalità delle croci le chiamate per i cosiddetti secondari siano schizzate alle stelle è solo un caso).

    Vorrei però spezzare una lancia per stemperare, in primis suggerisco al nuovo consiglio di fare come tutte le PA rendendo pubblici i bilanci almeno si zittiscono molte voci, in secondo luogo una collaborazione tra tutti perchè è inammissibile e vergognoso che un mezzo di soccorso costi 80.000€, da ultimo un fronte comune per non essere sempre obbligati a sobbarcarci i costi e la disorganizzazione della sanità dicendo sempre di sì.

  3. Scritto da becciagrillo

    Personalmente posso condividere i contenuti della protesta..ma non i modi..
    Se un Associazione di volontariato viene invitata a presenziare ad una manifestazione del comune e questa intende non parteciparvi all’ultimo minuto come forma di protesta allora lo trovo sgarbato e scorretto nei confronti del Comune stesso, specie SE è vera la notizia dei contribuiti erogati…
    Se invece tutta la manovra è stata concordata e pianificata allora nulla questio….

  4. F.F.
    Scritto da F.F.

    belin 200 mila euri l’una??? e cosa sono astronavi? quasi quasi vado a fare l’allestitore di mezzi di soccorso… quante cacate ci tocca sentire!!!

  5. Scritto da SPRUZZINO

    mi scusi Sig. Cucci… lunge da me disonorare quel che e stato il il suo lavoro, che anzi a parer mio è da elogiare, nn volevo far passare questo concetto. e le porgo le mie piu sincere scuse!!!
    Era solo per far capire a quelle persone che a quanto pare sia qualcosa di personale nei vostri confronti che è cambiato qualcosa è che devono finirla di sparlare…..