IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Paziente morta all’ospedale di Cairo dopo trasporto in ambulanza al San Paolo: pm chiede archiviazione

Cairo M. Chiesta l’archiviazione del fascicolo sul caso della paziente di 63 anni morta all’ospedale di Cairo Montenotte prima di essere sottoposta ad un intervento chirurgico. La donna, Karen Bennet, era deceduta alla vigilia di Ferragosto 2012 dopo un trasporto al San Paolo di Savona, dove i medici le avrebbero dovuto applicare una Peg (un tubicino allo stomaco per consentirle la nutrizione).

Arrivata nel nosocomio savonese, vista la gravità delle sue condizioni, l’operazione era stata annullata e la signora era stata riaccompagnata in ambulanza al San Giuseppe di Cairo dove è morta poco dopo. Era stato un esposto del marito di Karen Bennet ad orignare l’inchiesta per omicidio colposo e falso (la Procura ipotizzava potesse essere stato modificato il certificato di morte) che aveva coinvolto alcuni medici dei due ospedali. Alla luce delle indagini e degli accertamenti eseguiti sulle cartelle cliniche della paziente e sulla strumentazione con cui era stata monitorata, il pm ha però chiesto l’archiviazione. Un atto al quale si è però opposto il marito della paziente deceduta. Toccherà quindi al giudice per le indagini preliminari Fiorenza Giorgi decidere se archiviare o meno l’inchiesta.

Nel mirino della Procura erano finite tre fasi di questa vicenda: la mattina della vigilia di Ferragosto, quando la donna aveva lasciato l’ospedale di Cairo per l’intervento al San Paolo (il sospetto era che la paziente fosse già in gravi condizioni che avrebbero dovuto sospendere il trasferimento); il momento in cui Karen Bennet era stata presa in consegna dai sanitari di Gastroenterologia (come mai se, come ha raccontato il marito, la donna “stava male, se ne stava andando…” non è stata trattenuta nel nosocomio savonese per un tentativo di rianimazione?); infine sotto esame era finito il viaggio di ritorno della signora a Cairo.

Punti sui quali la Procura aveva voluto fare luce. Secondo quando ricostruito questo sarebbe stato l’evolversi dei fatti: alle 10,30 della vigilia di Ferragosto Karen Bennet aveva lasciato con l’ambulanza Cairo Montenotte, per essere trasportata al San Paolo e, in quel momento, i parametri della paziente sarebbero stati normali. Mezz’ora dopo c’era stato l’arrivo a Savona e la notizia dell’impossibilità di eseguire l’intervento. Poco dopo era stato disposto il ritorno a Cairo dove poco dopo la donna era morta.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.