IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Omicidio-suicidio di Loano: commozione e silenzio in Comune nella camera ardente per Stefania Maritano foto

Borghetto S. Spirito. Bandiere a mezz’asta, silenzio e tanta commozione nell’aula consiliare del Comune di Borghetto, dove è stata allestita la camera ardente di Stefania Maritano, la vicesindaco uccisa dal marito nella villa loanese di via Bulasce. Via vai di cittadini della Val Varatella e del comprensorio di Loano per esprimere lutto e partecipazione di fronte alla tragedia. Sulla bara la bandiera con lo stemma dell’istituzione comunale di Borghetto Santo Spirito.

I funerali di Stefania Maritano si svolgeranno domani alle 15 nella chiesa di Sant’Antonio. Il caso non presenta ulteriori risvolti investigativi: Paolo Moisello, geometra ex dipendente del Comune di Loano, ha sparato un colpo di pistola alla moglie che gli stava volgendo le spalle, a bruciapelo. La pallottola ha perforato la tempia della donna, che è deceduta sul colpo. Poi l’uomo ha rivolto l’arma, regolarmente detenuta, contro se stesso, anche lui alla tempia, e si è tolto la vita. Il tutto si è consumato in pochi minuti nella villa di via Bulasce a Loano.

Secondo la ricostruzione degli inquirenti, Stefania Maritano sarebbe rientrata a casa con le borse della spesa e poco dopo sarebbe stata raggiunta dal colpo sparatole dal marito, che l’ha sorpresa alle spalle, sulla scala, senza lasciarle il tempo di voltarsi. Nell’abitazione sono stati trovati due biglietti scritti dall’uomo, uno dei quali, con la scritta “Non voglio perderla”, ha rivelato subito la chiave dell’omicidio-suicidio. I due da tempo coltivavano dissapori e lei da un po’ era andata a dormire presso la famiglia d’origine.

Non è chiaro se i biglietti siano stati scritti prima dell’omicidio o subito dopo. Per il dottor Marco Canepa, che ha eseguito l’autopsia, “si può immaginare che i due colpi siano stati esplosi in successione: l’uomo ha ucciso la moglie e poi l’ha fatta finita”.

I funerali di Paolo Moisello si svolgeranno in forma privata nella cappella dell’ospedale Santa Corona. L’uomo era già stato sposato prima di contrarre il matrimonio, con rito civile a Boissano, con Stefania Maritano, e lascia una figlia, residente ad Albenga, che svolge la professione di ingegnere.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.