IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Morte di Santino Barberis all’Italiana Coke, accordo su risarcimento: udienza ancora rinviata

Cairo M. Ancora un rinvio per l’udienza preliminare sulla morte di Santino Barberis, l’operaio colpito da una pala meccanica all’Italiana Coke di Bragno. Il procedimento penale è stato rinviato al prossimo 18 dicembre in quanto le parti hanno raggiunto un accordo sul risarcimento.

Prima di una decisione sul rinvio a giudizio, i legali avevano chiesto al giudice Emilio Fois che prima si definisca un quadro risarcitorio. Ora le parti civili usciranno dal procedimento penale.

Santino Barberis, 61 anni, fu urtato da una pala operatrice guidata da un collega (il carcarese Sandro Magese) che stava operando a bordo del mezzo senza rendersi conto di quello che sarebbe accaduto lì a poco. I due operai lavoravano per conto di due ditte esterne (e diverse, la Sicim uno e la Bagnasco l’altro) all’interno ell’azienda cairese. L’incidente si verificò il 14 settembre del 2011. L’inchiesta per conto della Procura di Savona è stata coordinata da Maria Grazia Paolucci.

I nove imputati sono Augusto Ascheri, presidente di Italiana Coke, Claudio Giromini, loanese direttore stabilimento Bragno, Giancarlo Bruni, responsabile sicurezza Italiana Coke, Giampaolo e Alfio Bagnasco, datori di lavoro del palista, Marco Prestipino, dirigente Emi, Flavio Ferraro, direttore tecnico Emi, Ferruccio Boveri e Renato Ginola, presidente del cda e direttore tecnico della Simic. Da parte dei loro legali, al momento, nessuna richiesta di riti alternativi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.