IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

L’Urna di San Giovanni Bosco arriva ad Alassio, il sindaco: “Grande emozione”

Più informazioni su

Alassio. E’ una staffetta “a favor di fedeli” quella che, oggi, ha visto giungere ad Alassio l’urna con le reliquie di San Giovanni Bosco che, attraverso un pellegrinaggio mondiale partito nel 2009, ha fatto ritorno in una città che, nel 1870, scelse come sede in cui fondare la prima casa e scuola salesiana fuori dal Piemonte e in cui trascorrere lunghi periodi degli ultimi venti anni della sua vita.

urna don bosco alassio

“Questa è una giornata storica per Alassio – dice il sindaco Enzo Canepa, nelle vesti, oggi, di ex allievo dei Salesiani – Come amministratore e come ex allievo sento molto questa occasione ed è una dimostrazione di quanto i salesiani abbiano fatto per la città grazie a una struttura che fornisce un’istruzione all’avanguardia e sempre aggiornata”.

Il primo cittadino si lascia andare a ricordi di gioventù: “Erano gli anni ’60: anni mitici, anche se duri, soprattutto in questa scuola dove veniva impartita un’educazione rigida, con regole severe da rispettare. Questo però ci ha formato e ci ha insegnato a combattere, a non mollare mai, anche perché a quei tempi bisognava essere determinati per arrivare alla fine degli studi. Pensi che la scuola iniziava il 5 ottobre e, quando facevo prima liceo classico, il 29 ottobre avevamo già sei interrogazioni di latino. Solo per dirle come andavano le cose a quei tempi”.

Molti gli alassini in attesa dell’urna, che dopo un ritardo di una ventina di minuti, è arrivata in chiesa accolta dal vescovo Mario Oliveri, dai parroci e autorità alassine, e dai palloncini colorati dei bambini, che hanno tinto il cielo di mille colori.

“Don Bosco è sempre insieme ai ragazzi e oggi è una festa per tutti” dice una signora emozionata. “Alassio è il primo paese in cui il Santo è venuto. Gli siamo molto affezionati: anche mio papà quando era piccola me ne parlava sempre. Io sono una collaboratrice della chiesa e un’ex allieva” aggiunge un’altra fedele.

“Don bosco per noi è tutto, cantiamo nella sua corale, frequantiamo la chiesa, abbiamo studiato ai Salesiani: insomma siamo molto attaccate alla sua figura” dice un gruppo di alassini – Don bosco è da sempre un punto di riferimento, una presenza storica che ha stabilito un filone di educazione per tante generazioni. In tutte le case alassine c’è un ‘passaggio’ in quella scuola, tramite uno o l’altro componente”. Domani l’urna giungerà a Varazze.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.