IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Liguria, prima Regione italiana a pagare i suoi debiti con aziende

Più informazioni su

Liguria. “Con l’approvazione di questa mattina della variazione di bilancio daremo nuova liquidità al territorio consentendo l’anticipo del pagamento di tutti i crediti maturati dalle aziende liguri nei confronti della pubblica amministrazione”. Lo ha detto l’assessore al bilancio della Regione Liguria, Pippo Rossetti a margine dell’approvazione in consiglio regionale della variazione di bilancio.

“Si tratta della prima regione in Italia – ha detto Rossetti – che pagherà tutti i suoi debiti con le aziende, entro il 2013 e non nel 2014, per un totale di 90 milioni di euro”. La variazione prevede il pagamento di 25,1 milioni di euro di crediti arretrati per le aziende fornitrici in ambito non sanitarie e di 65,4 milioni a favore dei fornitori del comparto sanità. Un’iniziativa che aveva già preso il via prima dell’estate quando erano stati pagati 17 milioni di euro di crediti arretrati ai fornitori del comparto non sanitario e 81,8 milioni a quelli della sanità.

“Con quest’ultima variazione di bilancio – aggiunge Rossetti – la pubblica amministrazione pagherà, entro fine anno, i debiti certi, liquidi ed esigibili di tutte le aziende liguri”. “Con questa variazione non abbiamo avuto la possibilità di aggiungere spesa a disposizione dei vari dipartimenti regionali – ha spiegato l’assessore – ma abbiamo assegnato 15,4 milioni di euro, provenienti dall’agenzia nazionale per l’attuazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa SpA, per i laboratori di ricerca del parco scientifico e tecnologico degli Erzelli e 80mila euro per la partecipazione della Liguria all’Expo’ 2015”. Previsti inoltre 900mila euro di maggior gettito della tassa universitaria che serviranno per conferire a tutti gli aventi diritto le borse di studio e 600mila euro per la formazione professionale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.