IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Kick boxing: il Team Scaramozzino porta cinque atleti savonesi sul tetto del mondo

Savona. Si sono svolte sabato 19 e domenica 20 ottobre a Bussero, in provincia di Milano, le semifinali e le finali del campionato mondiale dilettantistico WFC di kick boxing, organizzati dal famoso promoter di sport da ring Franco Scorrano.

Ad incrociare i guanti salendo sul ring per la società ASD Kick Boxing Savate Savona sono stati cinque atleti. Andrea Rossi ha vinto il match contro un marocchino prima e contro un afghano dopo, accedendo così alla finale contro lo svizzero, affrontando un match molto duro e combattuto ma finito proclamando campione del mondo il portacolori savonese.

Oussem Amri, ha affrontato la sua finale contro il rivale del Marocco, avendo la meglio e dominando in gran stile tutte le tre riprese, venendo proclamato così campione del mondo.

Medaglia di bronzo invece per Rigers Lamay che vinceva con grande determinazione le semifinali ma poi in finale non riusciva a spuntare la vittoria contro un preparatissimo atleta Lombardo.

Nel settore femminile, invece, la pluricampionessa Elisa Picollo, affrontando la campionessa inglese, ha offerto un ottimo spettacolo di tecnica e potenza, che alla fine ha premiato la savonese con l’ambito cinturone di campionessa mondiale.

Chiara Vincis, alla sua prima esperienza, riusciva in finale a strappare il podio alla preparatissima atleta della Boxe Chieri, venendo così proclamata campionessa mondiale. Infine la piccola Sofia Cavallo, che non ha ancora 17 anni e già colleziona una presenza nella nazionale Junior di savate con tanto di medaglia di bronzo ai relativi campionati mondiali, già campionessa italiana di kick boxing e di savate, domenica ha coronato un altro sogno diventando anche campionessa mondiale di kick boxing.

Il tecnico Andrea Scaramozzino, soddisfattissimo dei risultati ottenuti dai propri atleti, non si fa però prendere dall’euforia, rimettendosi subito seriamente a lavoro per preparare la sua atleta Elisa Picollo con due allenamenti al giorno per affrontare così la durissima finale del campionato del mondo di savate che si terrà in Cina sabato 7 dicembre contro la fortissima tunisina Abdelaziz.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.