IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Halloween, party alcolici a 1 euro in Riviera: feste a rischio eccessi?

Più informazioni su

La voglia di trasgredire è tipica della gioventù. Quando poi c’è chi sembra spianare la strada verso l’esagerazione, il gioco potrebbe diventare pericoloso. E’ quello che viene da pensare guardando il programma di certi party organizzati in occasione della festa di Halloween in alcuni locali rivieraschi, dove c’è chi propone consumazioni alcoliche ad appena 1 euro.

Un euro, lo ripetiamo. Ossia una cifra alla portata di tutti, anche degli adolescenti, cioè di coloro che sono più ghiotti di trasgressione. E poco importa che, a margine degli opuscoli pubblicitari delle varie feste e festicciole, si specifichi di non esagerare nel bere, ma di partecipare solo per divertirsi. E’ un po’ come mettere una bella torta di panna montata davanti a un bambino golosissimo.

Non vogliamo certo fare i moralisti o i guastafeste, ma la riflessione viene spontanea, soprattutto alla luce del recentissimo episodio che ha visto protagonisti due ragazzini che, al campo sportivo di Pietra Ligure, hanno pensato bene di carburarsi di vodka invece di allenarsi a calcio, sentendosi poi male. O pensando alle tante serate allegre che, questa estate, hanno animato alcune discoteche nostrane, con giovanissimi alla soglia del coma etilico, dopo aver bevuto cocktail ben più costosi di quelli che ora sono proposti ad appena un euro.

La festa cui fa riferimento la foto allegata all’articolo inizia alle ore 18. Un orario che non è certamente “solo per adulti” e che probabilmente vedrà tanti minorenni mascherati avvicinarsi al bancone. In questo caso sarà un po’ difficile per il titolare del locale distinguere un 16enne da un 25enne, a meno di non chiedere a tutti la carta d’identità, ma l’ipotesi è a dir poco improbabile. Non c’è che da sperare, quindi, che i ragazzi dimostrino di avere molto sale in “zucca”. E non parliamo di quella inanimata tipica di Halloween.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da horus

    @El Rey…………………………se vuoi ti spiego cosa ho scritto visto che non l’hai capito, io non ho criticato affatto l’articolo fatto da IVG sul problema alcool giovanile tutt’altro ho chiesto la completezza della notizia per far sapere a tutti dove non fare andare i propri figli o dove tenere gl’occhi aperti ,come l’articolo di qualche mese fa sul pesto con botulino che inizialmente nessuno diceva la marca, cosi nessuno poteva tutelarsi preventivamente, non capisco cosa dovrebbe rodermi inoltre chi si scalda non sono io, forse ciò preso con il discorso pubblicità semi-subliminale?????? Ah per la cronaca quando c’era la discoteca Horus ad Albenga non ho avuto il piacere di andarci, sono dei tempi del Jmmyz Alassio, Oil can harrys Albenga, L’horus non era neanche in cantiere………………..
    IVG ha tutto il diritto di mantenersi con la pubblicità ,a maggior ragione non avendo il canone come la rai o sponsorizzazioni forti come mediaset ma quando un articolo che mette in discussione lo svolgimento di un party la sera di Halloween si apre con la pubblicità di un altro locale che organizza una serata sempre di Halloween mi fa pensare……………poi ci sono quelli che prendono tutto quello che gli capita in modo passivo…………………..
    Per finire………….i commenti vanno approvati se la Redazione riteneva il mio commento lesivo nei suoi confronti non lo pubblicava, se l’ha pubblicato vuol dire che accetta le critiche che per me sono sempre costruttive e possono dare spunti di miglioramento…………………..
    buona serata

  2. Scritto da El Rey del Mundo

    @horus….mi ricorda una discoteca di Albenga…ma guarda che combinazione! Non per prendere le difese della Redazione di IVG ma cos’hai da scaldarti tanto (ex) @discoteca-horus? Forse ti scoccia che IVG si sia occupato del problema alcol giovanile? Oppure ti brucia perchè dalla locandina hai riconosciuto (solo tu) il locale dove hanno venduto alcolici a 1 euro? Ti occupi di pubblicità da 30 anni ma vedo che rodi sempre allo stesso modo. Buon segno, vuol dire che invecchi bene. E poi che c’entra la pubblicità intro a IVG? C’è una funzione “skip intro”, la usi, ci clicchi sopra, e sei a posto. Anche Mediaset o la Rai ci bombardano di pubblicità, a maggior ragione è comprensibile che faccia pubblicità IVG.

  3. Scritto da horus

    Gentilissima redazione, se il vostro commento puo riferirsi in qualche modo al mio, vorrei precisare che non detto che vi era un legame o riferimento alla pubblicità sul vostro sito ma appena entrati sul vostro sito si apre un popup ( prima sponsorizzava auto) che guarda caso si riferisce ad una serata a tema Halloween, il dubbio viene spontaneo almeno a me ( che direttamente o indirettamente ho frequentato il mondo pubblicitario per 30 anni) ,inoltre chiedo se il locale in questione che voi non menzionate ( ma anche qui non ho capito se la vostra preoccupazione è legata a fare pubblicità gratuitamente o farla è alimentare il flusso di probabili clienti) vi avesse chiesto dello spazio pubblicitario a pagamento lo avreste rifiutato?????? grazie per l’attenzione

  4. Redazione
    Scritto da Redazione

    Come già spiegato anche a chi chiedeva informazioni su FB, il nome del locale è stato volutamente omesso per evitare di fare pubblicità alla serata. La notizia non è in alcun modo legata e non fa riferimento ad alcuna pubblicità presente su questo sito.

  5. Scritto da horus

    La notizia da parecchi spunti di riflessione, innanzi tutto il modo in cui è data la notizia ,con porzione di foto della locandina a rafforzare il concetto espresso nell’articolo ma che non mi da nessun indizio sul locale per capire di quale si tratta forse indirettamente IVG vuol pilotare i suoi lettori al locale che si apre in modo automatico per ragioni pubblicitarie appena ci si logga???? complimenti bel modo di fare cronaca indipendente ma forse l’indipendenza è finita e tutti indistintamente immoliamo i nostri ideali di libertà a favore di qualcos’altro . . . . . . . . . a parte questa diciamo “critica” la notizia anche se incompleta da occasione a molti genitori , magari superficiali o fiduciosi nel senso di responsabilità dei gestori dei locali,di tenere gl’occhi aperti…