IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Dal cruscotto spariranno i tagliandini cartacei delle assicurazioni: sarà tutto elettronico

Più informazioni su

Addio al tagliandino cartaceo per l’assicurazione auto sul cruscotto. È fissata per venerdì 18 ottobre, a seguito della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale 232/13, l’entrata in vigore del decreto del ministero dello sviluppo economico che stabilisce la “progressiva dematerializzazione dei contrassegni di assicurazione per la responsabilità civile” in attuazione del decreto 1/2012 meglio noto come decreto “liberalizzazioni”, che tra l’altro prevede l’installazione della scatola nera a bordo delle vetture.

“L’attuazione della normativa – spiega Giovanni D’Agata, fondatore dello ‘Sportello dei Diritti’ – comporta una conseguenza importante che non riguarda la sola eliminazione della carta, ma soprattutto il passaggio a sistemi telematici ed elettronici con l’ulteriore effetto di consentire alle forze di polizia stradale di multare chi circola senza copertura assicurativa o con contrassegni falsi. Tale possibilità è permessa da apparecchiature elettroniche, una specie di autovelox ad hoc, che grazie all’utilizzo di dispositivi o mezzi tecnici di controllo e rilevamento a distanza delle violazioni delle norme del codice della strada, approvati o omologati ai sensi dell’articolo 45, comma 6, del D.lgs. 285/92 controllerà la copertura assicurativa collegandosi con il centro elaborazione dati della direzione generale per la Motorizzazione del ministero delle Trasporti”.

L’iter di completamento della materializzazione e la messa a regime del sistema dovrebbe compiersi entro due anni. La banca dati che consentirà le verifiche immediate è alimentata anche dalle informazioni fornite dalla compagnie assicurative. L’ultima relazione Ivass, ossia dell’istituto di vigilanza sulle assicurazioni private, illustra lo schema di regolamento, che prevede l’istituzione di una banca dati pubblica presso il ministero delle Infrastrutture che garantirà a regime, alle forze dell’ordine e a chiunque ne abbia interesse, il controllo delle coperture Rc auto in via telematica e in tempo reale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Pinuccia

    Che idea assurda! Già non dover esporre il bollo porta molte persone a non pagarlo, tanto nessuno lo controlla (=evasione fiscale) figuriamoci quello assicurativo! E’ che qui multa o non multa poco importa!
    Importa che circolerà gente senza assicurazione e chi garantisce la vittima in un incidente stradale seppur minimo? Mah…

  2. Scritto da hood

    così presto saranno in commercio false scatole nere e i disonesti la faranno sempre franca. Abbiamo anche ridotto le multe del 30% …. chi non le ha mai pagate non pagherà lo stesso. Un terzo delle somme contestate non vengono mai riscosse!