IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Cinghiali, Vaccarezza: “Cacciatori ago della bilancia di un intero ecosistema, sbagliato privarli del loro ruolo”

Savona. La scorsa notte sono stati segnalati al comando della polizia provinciale cinque cinghiali a Savona, nei pressi della vecchia sede della Polmare. Gli ungulati sono scesi sulla via Aurelia presumibilmente dalla zona dell’ospedale Valloria e scavalcando una recinzione si sono raggruppati nel cortile dell’ex Comando.

La polizia provinciale è prontamente intervenuta in area urbana per garantire la viabilità e la sicurezza dei cittadini e il monitoraggio degli animali che, dopo una prima verifica delle condizioni, sono stati sedati e affidati alle cure del veterinario.

“Desidero ringraziare gli uffici e gli assessori provinciali Pietro Revetria e Roberto Sasso del Verme che hanno coordinato uomini e mezzi in un’azione di grave emergenza per i cittadini” ha dichiarato il presidente della Provincia Angelo Vaccarezza.

“Non posso però non evidenziare che quella della scorsa notte è una situazione che già si è verificata pochi giorni fa nel nostro territorio e che probabilmente si potrà ripetere ancora. Venendo a mancare il presidio del cacciatori, vere e proprie sentinelle attive nei nostri boschi, la popolazione degli ungulati è purtroppo senza controllo. Paradossale quindi – conclude Vaccarezza – che la caccia consentita sia negata ed i cacciatori privati di un ruolo che è innegabilmente ago della bilancia di un intero ecosistema”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Ermes
    Scritto da Ermes

    Rilancio l’appello al Presidente Vaccarezza per istituire un ATC unico nella provincia di Savona, e ad impegnarsi anche in altri progetti con lo stesso impegno profuso per la caccia, attività emozionante e a grandissimo torto dai più sbeffeggiata e odiata.

  2. gian joao
    Scritto da gian joao

    sono stupito, pensavo avrebbe solidarizzato con gli ungulati…

  3. Scritto da briant88

    Peccato che i cinghiali non parlano , perché sarebbe interessante sapere come ci sono arrivati sul lungomare di Savona: suppongo in un taxi con le quattro ruote motrici .
    Savona non è Edimburgo .
    Quanto a Vaccarezza vorrei ricordargli che per salvaguardare l’equilibrio faunistico senza ricorrere al fuciliere che cova dentro di noi, basterebbe delegare la forestale a mantenerlo con i metodi che ritiene più appropriati: sono pagati per farlo.

  4. Scritto da fulvio12

    Mi auguro da cacciatore che questa situazione , se mai fosse possibile,non peggiori l’opinione che il pubblico ha di noi, dare la colpa allo stop della caccia non convince e cavalcare questa situazione porta per me al ridicolo, sperando che non sia l’unica carta che abbiamo da giocare,
    se così fosse siamo al digestivo dopo di chè dobbiamo pagare. Non è la prime volta che i cinghiali vanno nei centri abitati, non voglio essere un disfattista, ma mi sento rappresentato male.Cacciatori di cinghiali vi sentite orgogliosi di queste posizioni prese dai Politici, o dissentite?

  5. Scritto da mazi

    sig. Vaccarezza, il vostro punto di forza per fare riaprire la caccia è solo questo? Spero di no, come cacciatore penso che stiamo finendo nel ridicolo, inoltre mi sembra di capire che dopo aver pagato delle tasse non si ha nessun diritto. Chi ha sbagliato in tutta questa vicenda?