IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Caritas, a Savona la giornata di lotta alla povertà: “La crisi aumenta le situazioni di grave disagio”

Savona. Una giornata per ricordarci che c’è una lotta da continuare, un dolore da alleviare, una speranza da costruire. Giovedì 17 ottobre in Piazza Sisto IV a Savona dalle 17.30 alle 19.30. Un invito personale a tutti per un aperitivo con gli operatori della Caritas diocesana e della Fondazione ComunitàServizi. Slogan dell’incontro: “Perché No?”. Perché non lottare anche tu contro la povertà? Perché non interessarti a ciò che la Caritas sta già facendo a Savona? Perché non dare anche tu un po’ del tuo tempo?

Ogni anno il 17 ottobre si celebra la Giornata Internazionale di lotta alla povertà. Una commemorazione che nasce proprio il 17 ottobre 1987 quando migliaia di persone si sono riunite al Trocadero a Parigi, dove fu firmata la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo nel 1948, per denunciare le condizioni di estrema povertà, di violenza e di indigenza in cui milioni e milioni di persone nel mondo sono costrette a vivere.

I manifestanti dichiararono in quel momento che la povertà era una violazione dei diritti umani e richiamavano l’attenzione sulla necessità di azioni comuni affinché tali diritti venissero rispettati. In seguito a questa manifestazione, le Nazioni Unite hanno dichiarato nel 1993 il 17 ottobre giornata internazionale di lotta contro la povertà. Malgrado i programmi adottati sia a livello di Nazioni Unite con gli obiettivi del Millennio per lo sviluppo, a livello europeo con le strategie di riduzione della povertà o a livello nazionale, le cifre rimangono allarmanti e tendono ad aumentare a causa della crisi in corso.

L’iniziativa “Perché No?” vuole essere in questo contesto un momento nel quale possiamo dire che anche a Savona i diritti delle persone non vengono tutti rispettati, che anche qui dobbiamo combattere una povertà non scelta che attanaglia molte persone, che anche sul nostro territorio occorre potenziare un’azione volontaria che privilegi la relazione con chi vive il disagio a vari livelli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.