IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Caccia, il Pdl dice sì al provvedimento urgente della Regione

Savona. Il Gruppo Regionale del Pdl, che ha seguito in questi giorni molto da vicino la sospensione della Caccia decretata con una sentenza del Consiglio di Stato che ha accolto il ricorso di alcune associazione ambientaliste, fa sapere che domani mattina, sabato 19 ottobre, i membri della commissione IV del Popolo della Libertà voteranno in maniera favorevole il provvedimento che consentirà probabilmente già da domenica ai cacciatori, se verrà approvato dalla maggioranza della commissione, di riprendere la loro attività.

Gli esponenti del Pdl, che su questo tema hanno sempre assunto posizioni vicino a quelle dei cacciatori spiegano: “ abbiamo espresso fin da subito la nostra posizione contraria rispetto alla decisione del Consiglio di Stato, perché gli effetti sono disastrosi ed anche ingiusti. Stiamo parlando di un attività antica e storica che consente anche il controllo del territorio e la tutela di un settore economico fondamentale quel’è appunto l’agricoltura. Stiamo parlando di una decisione ingiusta nei confronti di coloro da un giorno all’altro si sono visti defraudati di un loro diritto e per il quale avevano anche pagato un salato costo, in media tra rinnovo tesserino e porto d’armi il costo a cacciatore è di circa 300 euro, di una decisione che penalizza la Liguria, perché nei territori limitrofi alla nostra regione i cacciatori continuano a praticare la caccia, di una decisione che tocca in Liguria oltre 20 mila persone e che porta nelle casse delle regione qualche milione di euro senza parlare dell’indotto”.

“Una decisione che rappresenta un disastro per la Liguria e rispetto alla quale da subito abbiamo chiaramente detto quanto fosse importante attivarsi nelle sedi regionali per risolvere il problema e trovare una soluzione così come ci auguriamo accada domani in commissione. Per parte nostra noi faremo la nostra parte per difendere questa importante attività per la nostra regione” concludono i consiglieri regionali del Pdl.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da carlitos

    Assunta cammellate e company se invece di fare ricorsi contro la caccia per delle minchiate utilizzaste soldi e tempo per aiutare quelli che menzionate voi non sarebbe meglio così oltretutto ci eviti di leggere commenti fuori luogo

  2. Ermes
    Scritto da Ermes

    Parlano i santi, predica bene e razzola peggio di tutti gli altri messi insieme.

  3. Scritto da ASSUNTA CAMMELLATE

    Siamo una regione ricca e senza problemi??
    In settimana riunioni di assessori provinciali e regionali con presidenti di provincia ed uno stuolo di dirigenti, funzionari ed impiegati per ore e ore, sabato 19 riunione della commissione consigliare regionale apposita (500 euro a capoccia di gettone?), contemporaneamente diversi funzionari ed impiegati provinciali in straordinario festivo in attesa della decisione.
    E’ per salvare gli operai di un’azienda in liquidazione?
    Per aiutare qualche categoria di cittadini alle prese con la crisi economica?
    Per consentire a disabili, malati o pensionati di evitare tasse e ticket per curarsi?
    No, è per aggirare lo stop alla caccia del consiglio di stato e permettere ai cacciatori di riprendere le loro stragi fina da domenica 20!
    Politici con il pallino della caccia, vergognatevi, vergognatevi, vergognatevi.
    Garelli Gabriella, Marco Buzzone, Giuliana Buzzone, Corsi Serafino, Assunta Cammellate.

  4. Scritto da Soly

    Che venduti madonna…Per un voto venderebbero pure la madre…