IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bardineto, cavalli sotto sequestro per maltrattamenti al Tabaranch

Bardineto. Otto cavalli sono stati portati via dal Tabaranch di Bardineto per maltrattamenti. Oggi, nel maneggio che si trova in via Cesare Battisti, sono entrati in azione gli specialisti del reparto Sanità Animale e Igiene degli Allevamenti dell’Asl 2 Savonese, accompagnati dai carabinieri della stazione di Calizzano.

La struttura dove sono ospitati gli equini risulta essere un’associazione dilettantistica sportiva, che pratica escursioni e fornisce ospitalità agli animali. Otto esemplari sono stati sequestrati dalle autorità di igiene, perché sarebbero stati tenuti in condizioni non idonee e maltrattati. Nei confronti dei titolari del maneggio è scattata una denuncia penale, mentre i cavalli, seppur sotto sequestro nell’ambito dell’indagine aperta sul caso, sono stati restituiti ai loro proprietari.

“L’amministrazione non era assolutamente a conoscenza di cavalli in custodia presso l’area Tabaranch. In ogni caso, non si possono mai tollerare maltrattamenti nei confronti dei cavalli. Ci auguriamo che siano verificati i fatti e le responsabilità” commenta il sindaco della località valbormidese, Franca Mattiauda.

L’A.S.D. Tabaranch aveva presentato un’istanza allo sportello attività produttiva per ampliare le attività legate all’escursionismo e alle passeggiate con i cavalli. Una pratica che, sino ad oggi, era ancora in itinere. Naturalmente sono ancora in corso ulteriori accertamenti da parte dei carabinieri e della Asl 2 savonese.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da ileana

    Stupore, il primo pensiero che sovviene dopo aver letto l’articolo,parlo da comunissima compaesana che piu volte per passione nell’equitazione e soprattutto da appassionata di cavalli ha visitato il Tabaranch…nulla di tutto ciò che leggo attualmente a me risulta,sono stata nel maneggio e non mi è mai capitato di vedere cavalli denutriti nè maltrattati..anzi..ho visto persone dedite al lavoro e soprattutto appassionate in questa attività che prima di essere un lavoro è un passione incondizionata verso i propri cavalli e non..mi risulta difficile credere a ciò che ho letto considerando la conoscenza dei proprietari, perciò mi auguro vivamente che la vicenda venga chiarita il più presto possibile.

  2. Scritto da laura genuardi

    mi spiace leggere questi articoli sopratutto perche so quanta dedizione e lavoro ha messo il figlio in questa impresa spero che presto tutto si risolva e si chiariscono le cose,mi è spiaciuto però aver letto che tutti sapevano allora se tutto cio è vero perchè nessuno si e fatto avanti per aiutare queste persone? è sicuramente più semplice fare denunce e mettere nei guai la gente? complimenti e bello vivere in un mondo dove nessuno si aiuta ma si gode dei guai altrui….

  3. Scritto da daniela ottonello

    quante falsità….ho vissuto a stretto contatto con il tabaranch per 6 mesi….ho aiutato ad accudire questi cavalli e voglio raccontarvi ciò che realmente è accaduto avendolo vissuto in prima persona….a luglio la moglie di un mio cliente abitante a Ellera…mi chiama per vedere due cavalli di cui nn può più occuparsi perchè il marito nn l aiuta…la figlia ha il fidanzato e preferisce andare a zonzo…la capannina e il recinto cadono a pezzi….insomma lei da sola nn ce la fa più e vuole darli via….porto il mio amico Enrico Carretto titolare del tabaranch e quello che troviamo è una cavalla di 14 anni e un enorme cavallo (circa 1,80 al garrese) di circa 22 anni (quindi già vecchio) in forte stato di denutrizione (dire pelle e ossa è riduttivo). La signora ci dice ke ce li da se li prendiamo entrambi e sebbene in un maneggio un cavallo così vecchio sia solo una spesa il mio amico decide di caricarseli cmq e per il cambio di proprietà rimaniamo d’accordo che aspettiamo sue notizie perchè il maschio nn è intestato a lei….x tre mesi li abbiamo accuditi nutriti e il grande Vespasiano nonostante l età si stava riprendendo e poi, di punto in bianco ,una decina di giorni fa la cosiddetta signora si sveglia e decide che rivuole i cavalli perchè la figlia è tornata all’ovile e quindi devono subito tornare a casa senza la minima storia….nel frattempo la cavalla più vecchia del maneggio dopo anni di onorevole servizio inizia a stare male…Enrico la accudisce giorno e notte cercando di strapparla alla morte nn trovando il coraggio di farla abbattere…la fa visitare da diversi veterinari e giù di spese x ricostituenti ecc. Ma ecco ke improvvisamente arriva l’asl…e casualmente quella ke finora ho definito signora si aggirava nel paese cn un trailer x trasporto cavalli già ancor prima dell’ingresso dei controlli… …quelli vengono e trovano una cavalla moribonda che chiunque altro avrebbe fatto abbattere x nn perdere tempo e denaro….un vecchio cavallo magro cm un chiodo (in tre mesi nn si riescono a fare i miracoli ma si stava attrezzando anche per quelli) cn un gabbione da un metro cubo di fieno davanti,un purosangue magro xkè nn può essere pompato xkè montato da una ragazzina e scrivono cavalli maltrattati e denutriti…nonostante la presenza dei proprietari degli altri cavalli ,compresa la proprietaria del purosangue “denutrito” ,e il fatto ke facessero notare alle autorità la serietà e lo stato reale di accudimento degli animali le stesse nn volevano sentire ragioni…tengo a precisare ke il titolare del centro è stato più volte ripreso dagli altri frequentatori sul fatto ke Vespasiano poteva far sfigurare il tabaranch per le sue condizioni apparenti (solo apparenti). Dopo l’accaduto di tutto ciò nn sono mancate false notizie da parte dei mezzi di informazioni (anche le foto nn riguardavano il centro) e solo per questo mi sono sentita in dovere di dare la reale versione dei fatti….vorrei farvi riflettere ancora su una cosa:al contrario di tanti centri il tabaranch è stato istituito da enrico carretto esclusivamente x passione verso i cavalli ,x dare la possibilità a tutti (cn prezzi a dire modici è poco) di poter conoscere questo mondo…il più delle volte rimettendoci risorse economiche di tasca propria e cn l’aiuto di alcuni iscritti al centro.ora fatevi due domande e datevi due risposte….