IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Altare, tesserino per raccolta funghi

Più informazioni su

Altare. Il Comune di Altare ha aderito con delibera di Giunta Comunale n.89 del 11.10.2011 al “Consorzio Fondiario Agro-forestale Alta Valle Bormida” attualmente composto da 9 comuni: Altare, Cengio, Cosseria, Mallare, Massimino, Millesimo, Pallare, Plodio e Roccavignale.

Per ogni anno fiscale del Consorzio, gli utili vengono suddivisi tra i comuni consorziati, sotto forma di interventi per la salvaguardia del territorio ai fini del mantenimento e dello sviluppo agro-forestale, micologico-fungifero e del sottobosco, come il ripristino di viabilità forestale ed interpoderale, pulizie del bosco, ecc.

Il territorio comunale è stato recentemente delimitato da apposita segnaletica indicante i confini sottoposti a vigilanza da parte degli operatori di controllo messi a disposizione dal Consorzio e, pertanto, a partire da giovedi 24 ottobre 2013, è necessaria la detenzione dell’apposito tesserino del Consorzio, presente in varie tipologie. I tesserini sono da richiedere esclusivamente al Comune.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Beppe Dellepiane
    Scritto da Beppe Dellepiane

    Sarebbe plausibile che i cercatori di funghi stipulassero un’assicurazione per la copertura delle eventuali spese soccorso, un po’ come avviene in Svizzera . . .

  2. Scritto da paolo viglietti1

    nel periodo autunnale, i cercatori di funghi, diventano una piaga sociale, con decine di interventi, sia del soccorso alpini che di forestale e vigili del fuoco.
    Sarebbe interessante che i comuni si attivassero con i proventi, ad educare gli appassionati, alla conoscenza del territorio e alle modalità di raccolta.