IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Albenga, 40 mila euro per l’abbattimento delle barriere architettoniche

Più informazioni su

Albenga. “40 mila euro per l’abbattimento di barriere architettoniche presenti sul territorio cittadino di Albenga”. A darne l’annuncio, l’assessore ai Lavori Pubblici Bruno Robello de Filippis e l’assessore alle Politiche Sociali Eraldo Ciangherotti. “È la cifra che siamo riusciti a reperire, come fondi di residuo, da destinare all’eliminazione di circa cinquanta barriere architettoniche presenti in alcune delle principali strade e piazze della città”.

Il provvedimento è conseguente alla mostra fotografica “tutta nostra la Città?”, organizzata dalla Consulta del Disabile di Albenga e svoltasi la scorsa primavera al Chiostro Ester Siccardi di Viale Martiri della Libertà, che illustrava – con una carrellata di immagini e una serie di proposte concrete di intervento tecnico – la situazione ancora irrisolta di molti marciapiedi della città con barriere difficili da superare da parte di chi deambula con la carrozzella. “In quell’occasione, l’Amministrazione Comunale accolse la richiesta da parte della Consulta, per cercare fondi volti all’abbattimento delle barriere. Si prevedeva il reperimento di circa 30 mila euro, ma siamo riusciti a fare ancora meglio, con 40 mila”.

Al termine della gara per l’affidamento dei lavori, che si svolgerà nelle prossime settimane, partiranno gli interventi, in tutto cinquanta, così suddivisi: 2 in Lungomare Cristoforo Colombo, 1 in Lungomare Andrea Doria, 1 in Piazza Europa, 2 in Piazza Matteotti, 8 in Via dei Mille, 1 in Via Vecchia Morella, 3 in Lungocenta Croce Bianca, 2 in Via Dalmazia, 6 in Via Papa Giovanni, 18 in Via Piave, 3 in Via Viveri, 1 in Via Romagnoli, 2 in Viale Italia.

“Per i lavori, ci siamo basati sul dossier fotografico realizzato dalla Consulta. Gli interventi sono tra i più urgenti, sul fronte dell’eliminazione delle barriere architettoniche, del territorio cittadino. Era un’opera dovuta, una promessa mantenuta, volta a rendere la nostra città più accessibile per tutti. Resta ancora molto lavoro da fare su questo fronte, ma questo rappresenta un enorme passo in avanti, in un percorso che contiamo di proseguire ancora, nei mesi e negli anni a venire”, concludono gli Assessori Robello de Filippis ed Eraldo Ciangherotti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.