IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Toshiba, l’arrivo insperato ma ormai certo: investimento di 11 milioni di euro in Liguria

Più informazioni su

Carcare. Non c’è più spazio per i tentennamenti né, tantomeno, per i dubbi: il colosso Toshiba approderà in Val Bormida. L’arrivo della multinazionale quotata in Borsa – “territorio” in cui non si muove un capello se non con il benestare degli organi preposti che vengono informati preventivamente di tutto ciò che fa o ha intenzione di fare un’azienda – è diventato ormai oggetto di notizie che appaiono su vari giornali finanziari, fugando le paure di chi ha sempre pensato a un investimento che non si sarebbe mai realizzato.

E invece Toshiba investe eccome, con la costruzione in Liguria, e precisamente a Carcare, di un impianto di attrezzature per regolare i flussi di energia, il primo del suo genere in Europa da parte della conglomerata nipponica, grazie a un investimento di 1,5 miliardi di yen, pari a poco più di 11 milioni di euro.

L’operazione, comprensiva anche di nuove assunzioni, sarà effettuata, scrive il quotidiano finanziario Nikkei, dall’ex Ansaldo Trasmissione & Distribuzione, società rilevata nel 2011 e diventata Toshiba T & D Europe.

La struttura dovrebbe sorgere su un’area di 12.000 metri quadrati, con l’ipotesi d’avvio dei lavori entro la fine del 2013 e l’inizio delle attività prima del prossimo anno fiscale: saranno prodotti ‘gas insulated switchgear’ (Gis), le attrezzature pesanti usate per controllare i flussi elettrici ed essenziali per le centrali ausiliarie quanto alla conversione della corrente elettrica da alto a basso voltaggio o viceversa.

Inizialmente, il 40% circa dei componenti sarà fornito a livello locale, con l’obiettivo di superare il 50% in futuro per rafforzare la competitività e abbattere i costi, mentre i pezzi principali arriveranno dal Giappone. I principali player nipponici del settore continuano ad avere problemi in Europa a causa della difficoltà a vincere ordini da parte delle aziende elettriche, ognuna delle quali ha le proprie specifiche attrezzature.

Per questo motivo, Toshiba prevede di aumentare ingegneri e personale nel settore vendite alla Toshiba T & D Europe, dalle 60 unità attuali a un centinaio nell’arco dei prossimi anni, con l’assunzione di personale esperto a livello locale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.