IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Quinto atto vandalico a un treno regionale: 100 episodi simili in due mesi foto

Più informazioni su

Liguria. Quinto atto vandalico in cinque mesi ai danni del treno regionale 11239 in sosta nella stazione di Genova Piazza Principe, con le porte regolarmente chiuse.

Questa volta sono stati presi di mira 6 finestrini, 3 porte scorrevoli interne, il vetro di una porta di salita, uno specchio della toilette e una porta intercomunicante per un danno di 5.000 euro.

L’inevitabile sostituzione del mezzo, necessaria per poterlo inviare in officina, ha, di conseguenza, provocato ritardi a quattro treni regionali. Il regionale 11239 (Genova-La Spezia) ha registrato 27 minuti di ritardo, per gli altri tre ritardi tra 5 e 10 minuti. Trenitalia presenterà una denuncia contro ignoti.

Sono 100 gli episodi gli atti vandalici per un danno economico di oltre 580.000 euro subiti da Trenitalia nei soli mesi di luglio e agosto, in deciso aumento rispetto ai periodi precedenti. Al danno economico occorre aggiungere quello di immagine all’azienda e, soprattutto, i disagi alla clientela.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Dieg8

    All’immagine dell’azienda ci pensano già da sè con prezzi indecenti ed in continuo aumento con la perenne menzogna del miglioramento del servizio.
    Un servizio pubblico deve essere economico, altrimenti non è più un servizio pubblico

  2. Scritto da mrscultz

    Un po’ di sorveglianza in piu no???? Sappiamo benissimo che per sostituire un vetro in casa bastano 100 euro mentre su un treno ne occorrono 100000!! Il lavoro è complesso, poi lo sa, ci sono le tante bocche da sfamare!! Con i 580000 euro pagati per i danni di soli due mesi si possono pagare quasi 10 “vigilantes” all’anno per evitare i danni e quindi i disagi….ma siamo in Italia e questo non DEVE accadere!!! Ah, redazione di IVG, questo commento quando avreste intenzione di pubblicarlo?? A natale???