IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

No della Lega alla soppressione dei tribunali, Viale: “Anche in Liguria serve presa di posizione”

Più informazioni su

Liguria. Non si ferma la battaglia a livello nazionale della Lega Nord contro la soppressione dei tribunali. “I governatori della Lega Nord, delle regioni Lombardia, Piemonte, Veneto, si sono impegnati a difendere i tribunali dei loro rispettivi territori, per scongiurare e contrastare fortemente la soppressione decisa dal governo Monti e attuata dal governo Letta” spiega Sonia Viale, Segretario Nazionale della Lega Nord Liguria, a margine della segreteria politica della Lega Nord svoltasi a Milano.

“Dispiace constatare che, purtroppo, alquanto diversa è la situazione per il territorio ligure, dove a serio rischio sono le strutture di Sanremo e Chiavari, e dove la giunta di sinistra, nel momento in cui qualcosa può essere ancora fatto, appare silente e inerme, tace e non prende alcuna misura per difendere gli importanti presidi di giustizia sul territorio” prosegue Viale.

“Di fronte a questa situazione, e alla inazione da parte della Regione Liguria, è lecito chiedersi se le alte sfere regionali siano forse già a conoscenza di quelle che saranno le sorti dei tribunali del territorio: si sa già chi verrà salvato, e chi invece no? Non è accettabile che esistano territori di serie A e di serie B per motivi politici, poiché sarebbe una distinzione inaccettabile, e il nostro movimento, attraverso i suoi consiglieri e i suoi rappresentanti eletti, chiede una forte presa di posizione da parte del governatore ligure Claudio Burlando a difesa di tutti i tribunali della regione, così come stanno facendo i presidenti di Lombardia, Piemonte e Veneto” conclude il segretario ligure della Lega Nord Sonia Viale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.