IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Il cane Dudù “arriva” anche ad Albenga: Ciangherotti contro “Servizio Pubblico”

Albenga. Dudù arriva anche ad Albenga. Il cane di Silvio Berlusconi e della fidanzata Francesca Pascale, ormai diventato il quattrozampe più famoso d’Italia, diventa argomento di discussione anche sotto le torri ingaune per bocca, neanche a dirlo, dell’assessore più loquace della città, Eraldo Ciangherotti che, questa volta, prende di mira il video promozionale di “Servizio Pubblico”, programma di Michele Santoro, dal titolo “Si salvi Dudù”.

Nello spot in questione, il protagonista è proprio il barboncino bianco inseguito dalle telecamere: il sottofondo sonoro è rappresentato dai cori dei manifestanti contro Berlusconi così come dei suoi sostenitori. Il video, dall’intento ironico, pone al centro dell’attenzione il piccolo cagnolino, in fuga, probabilmente infastidito da tanto clamore.

“La pupù di Dudù è più interessante degli spot di Santoro – esordisce Ciangherotti – Non v’è dubbio che la popolarità di Michele Santoro stia attraversando una fase di inarrestabile declino. Dopo il memorabile ko tecnico che hanno subito, lui e Marco Travaglio, nel faccia a faccia televisivo con Silvio Berlusconi, l’impressione è che, come ha notato l’autore Carlo Freccero, per il telepredicatore televisivo sia giunta ‘la fine di un ciclo’ e stia per ‘calare il sipario'”.

“La conferma arriva dall’ultimo, ridicolo, spot di Servizio Pubblico. Che, per timore che non lo guardi più nessuno, è arrivato ad attaccare la sua ossessione, Silvio Berlusconi, persino strumentalizzando degli animali indifesi – sostiene l’assessore – A onore delle bestie, esseri viventi che non meritano di essere gettati nell’agone politico per i capricci di un giornalista sul viale del tramonto. E gli animali non si meritano neppure un sentimento di odio e linciaggio, la violenza che sotto sotto vuole suggerire lo spot, se si pensa ai tanti, troppi delitti di cui sono vittime i cani”.

“Ecco perché, chiedo a La7 di ritirare il filmato promozionale di Servizio Pubblico, la solita trasmissione di Michele Santoro che esordirà con la nuova stagione il prossimo 26 settembre, e che, come sempre, ci racconterà con il solito refrain, quanto sono bravi e belli loro, i moralisti di sinistra, e quanto sono brutti, cattivi e stupidi gli elettori del centrodestra. Se lo spot voleva dimostrare che certo giornalismo è destinato agli animali, più che agli umani, la missione è compiuta: ora si ritiri” conclude Ciangherotti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da megiucheninte

    Siete buffi, ciriticate proprio Santoro?
    E’ quello che nell’ultima campagna elettorale vi ha tirato la volata!!
    Ma fateci il piacere!!
    Probabilmente non ve ne siete nemmeno accorti.
    Comunque una cosa positiva c’e’: con l’arrivo del cane non sara’ piu’ il solo con la lingua fuori….