IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Lettere al direttore

Dibattito ex sindaco di Albenga, Savorè (Lega): “Lasciamo in pace Viveri”

Più informazioni su

“Lasciamo in pace l’ex Sindaco Angelo Viveri, a distanza di dieci anni dalla sua scomparsa. È vero che molte sue scelte hanno tuttora una ricaduta sulle casse dell’ente comunale, ma a tal proposito non si possono non prendere in esame i cinque anni, auto-definiti ‘virtuosi’ da parte del Partito Democratico, di centrosinistra al governo della città, l’era Tabbò che i compagni hanno già frettolosamente rimosso.

Il Partito Democratico, che con una vistosa caduta di stile non invita il Sindaco della sua stessa città per parlare di Albenga, potrebbe per esempio spiegarci la gestione fiscale dell’Amministrazione Vazio-Tabbò, capace di produrre, nei cinque anni di mandato, tra mutui e somme investite dirette e indirette, ben 23 milioni di euro di debito. Ventitré milioni, in una città di ventiquattro mila abitanti, ovvero circa mille euro a testa per ciascun residente, bambini e anziani compresi. Una buona parte dei quali, anziché essere stati investiti in opere pubbliche e migliorie, sono stati utilizzati per interventi che l’attuale Amministrazione Comunale porta avanti con entrate di bilancio e spesa corrente.

Sarebbe necessaria una serie di convegni, solo per analizzare le decisioni incomprensibili di quell’era, e suggeriamo al PD, nella prossima Festa Democratica, di dedicarsi a questo tema, così da fare un po’ di chiarezza. Per esempio, sul milione e duecentomila euro spesi per Via Carloforte, oppure per i 400 mila euro per la rotonda di Piazza Matteotti.

L’unica certezza, purtroppo, è che l’attuale Amministrazione Comunale, al suo insediamento, ha ereditato 59 milioni di euro di debito – da noi ridotti a 50, in questi tre anni – 23 dei quali grazie ai soli cinque anni di gestione Tabbò-Vazio. Una cifra davvero importante, che cerchiamo ancora di capire come sia stata investita. Se questa, come afferma il Partito Democratico di Albenga, si chiama “gestione virtuosa” della cosa pubblica, allora auguriamo vivamente al nostro Sindaco Guarnieri di continuare così, a non essere virtuosa secondo il modello PD. Ci rimetterà un invito in meno alla Festa Democratica del Ponente – ed è un peccato per il PD, perché avrebbe contribuito a fare numero, vista la bassa partecipazione di queste sere – ma ci guadagnerà l’intera città di Albenga”.

Sergio Savoré
Capogruppo Lega Nord
Consiglio Comunale di Albenga

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.