IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Caos sui bus degli studenti a Finale: “Ressa per salire e viaggio schiacciati”. Tpl: “Invieremo controllori”

Finale L. Bus in ritardo e stracolmi di viaggiatori che faticano perfino a muoversi. Per non parlare di ragazzini e anziani che rischiano di essere travolti dalla ressa e schiacciati. A fornire il quadro, piuttosto preoccupante, in cui ieri si trovava l’autobus in servizio da Finale a Loano è una passeggera che denuncia la condizione in cui gli utenti, per la maggior parte studenti ed anziani, hanno dovuto percorrere la tratta.

“Gli anziani signori sono in una posizione precaria… per timbrare il biglietto ho fatto fare passamano ad alcuni ragazzi. Alle fermate successive è un delirio: schiacciati e ammassati, un ragazzo era mezzo fuori dal mezzo ed è sceso per paura” racconta la signora. Sempre secondo la versione della viaggiatrice i problemi erano iniziati ancora prima di salire: “Dalle 12,05 alle 12,25 non si è visto nessun bus. C’erano anche dei turisti francesi molto perplessi che chiedevano spiegazioni. Nel frattempo la ressa dei ragazzini usciti da scuola si faceva sempre più pesante. Alle 12.39 i ragazzi incominciano a pensare che forse l’autobus fermerà dietro la fermata accanto alla stazione. Arriva il bus ‘Andora’ ma svolta per Finalborgo..per chi conosce il percorso è impossibile che arrivi davanti al gabbiotto della fermata”.

Il racconto del viaggio prosegue: “A quel punto ho fermato il bus per permettere che le persone anziane riuscissero a raggiungerlo. Saliamo tutti e io sono schiacciata contro la sbarra che divide il posto di guida dall’ingresso del bus. Alcune persone si lamentano, siamo tutti strettissimi. L’autista ci riferisce che è in turno dalla mattina alle 5 e che da quando ha preso servizio ha fatto tre corse intervallate da un’ora e mezza l’una con sosta in fermata. Il guidatore ha anche precisato di essere obbligato a fermarsi ed essendo solo di non poter evitare che la gente salga”.

La viaggiatrice accusa poi direttamente Tpl di scarsa organizzazione: “Dirigere è saper organizzare: gli abbonamenti sono un numero e la matematica non è un’opinione. Tanti abbonamenti tanti posti. Ieri la messa in sicurezza di due fasce deboli, anziani e minorenni, non era garantita. Oggi c’è sciopero: i ragazzi vengono portati a scuola, ma non vengono riportati a casa. Gli autisti sono al collasso per orario ed organigramma. Io ho pagato per mia figlia un abbonamento per un disagio e non un per un servizio. E’ scandaloso”.

A proposito delle critiche e della denuncia di disservizi dalla Tpl Linea precisano: “Nei primi giorni di scuola capita che si registrino problemi di sovraffollamento e organizzativi, con corse e spostamenti spesso caotici. Nel finalese transitano per il trasporto dei ragazzi una decina di bus ed è necessario migliorare e regolamentare il flusso dei passeggeri. Proprio per evitare disagi e rendere il servizio migliore, da domani, invieremo dei controllori per verificare le condizioni di viaggio e deviare al meglio il trasporto degli studenti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da El Rey del Mundo

    @Optimus Prime; ti sei dimenticato che ogni Comune stanzia una quota OBBLIGATORIA per il sostegno dei bambini “poveri” (praticamente l’80% della popolazione infantile) con i figli degli extracomunitari in primis. Poi però vedi i genitori che si spostano con furgoni nuovi di pacco o con SUV o auto di lusso nei fine settimana.
    Roba da puntate di Voyager con Roberto Giacobbo.

  2. Scritto da El Rey del Mundo

    I controllori inviateli per cacciare dai bus chi non paga l’abbonamento del trasporto (molti) di conseguenza gli studenti in regola con l’abbonamento potranno viaggiare comodi e con tanto spazio.
    A piedi i portoghesi.

  3. carlodifinale
    Scritto da optimus prime

    e che dire dell’autobus per i bambini delle elementari da Feglino a Finalborgo? come molti sapranno la situazione neasce dal fatto che qualcuno (un Sindaco di cui non faccio il nome) su pressione di una direttrice didattica, della quale non faccio il nome, ha fatto chiudere una scuola elementare rimessa a nuovo da poco, solo perchè alcune maestre (e qui il nome non lo so davvero) non volevano venire a fare lezione a Feglino ma preferivano oziare nei meandri delle compresenze a Finale, magari andando a fare la spesa in orario di lavoro.
    Ma l’anno scorso l’impavido Sindaco ha detto alla popolazione ignorante: NON PREOCCUPATEVI, IL PULMAN PER I BAMBINI SARA’ A SPESE DEL COMUNE!! Già, peccato che TUTTI i bambini sotto i 10 anni non pagano comunque.
    E quest’anno, sempre lo stesso Sindaco: BEH, SAPETE COM’E’, LA CRISI, IL PATTO DI STABILITA’, LE LEGGI, I REGOLAMENTI….. DOBBIAMO METTERE UNO SCUOLA-BUS PERCHE’ I BAMBINI NON POSSONO SALIRE DA SOLI SULL’AUTOBUS DI LINEA….. E NATURALMENTE LO DOVETE PAGARE VOI……
    La scusa della chiusura della scuola era per causa della “spendinreviù”, poichè i costi di riscaldamento e bollette varie erano troppo elevati ……….intanto l’edificio scolastico resta aperto perchè dentro c’è ancora l’asilo……. bel risparmio Signora Sindaco!

  4. Scritto da meckaloc

    Posso capire che ogni anno non si abbia l’idea del flusso di studenti più a ponente o più a levante a seconda delle iscrizioni , ma basterebbe informarsi presso le scuole degli orari di uscita provvisori …………..nella fatti specie in Finale fino a Dom 22 le scuole alberghiero (Finalborgo) i ragazzi escono alle 12.10 + 10/15 minuti per l’arrivo presso la fermata della banca e per le 12.20/25 c’è una “scuola” di ragazzi , poi l’IPSIA sita in Finale L. i ragazzi escono alle 12 anche questi fino a Dom .,perciò in stazione ci sono ANCHE quelli dell’IPSIA , dunque l’unico bus proveniente da SV per Pietra l. via Finalborgo deve caricare in qualche maniera questi ragazzi , dimenticavo gli utenti “comuni”…………………..forse bisognerebbe un pochino riguardare l’incapacità di organizzare le linee …

  5. Scritto da mario58

    Domani mandiamo i controllori,RIDICOLI,la TPL è un’azienda allo sbando diretta da incapaci paraculati,ma che giustificazione è che i primi giorni di scuola ci possono essere problemi,è il primo anno che i ragazzi vanno a scuola?