IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio come Silverstone e Monza: sabato la “Cursa di matetti”, una gara di automobili a pedali foto

Più informazioni su

Alassio. Alassio come Montecarlo, Monza, Nurburgring o Silverstone. In piazza Partigiani, sabato 7 settembre, sarà allestito un circuito. Non di Formula 1, però, ma di automobiline a pedali.

Vivalassio New Generation, insieme all’assessorato al turismo del Comune di Alassio, hanno organizzato dalle 10 alle 19 la “Cursa di Matetti”. Piazza Partigiani sarà trasformata in un vero e proprio autodromo con auto a pedali per bambini messe a disposizione dalle Scuderie Campari di Enrico Campari di Parma, da sempre appassionato di Formula 1.

Tra meccanici e box per il pit stop troveranno posto cinque automobiline che sono dei veri e propri minibolidi realizzati su misura o in piccole “tirature”, come opere d’arte, in carbonio dai tecnici della Campari.

“Tutti i bambini – spiega Aldo Gandolfo che ha curato la giornata della Cursa insieme a Roberto Siri – potranno provare le automobiline sul circuito che sarà allestito fin dalle prime ore del mattino assistiti da un gruppo di esperti. Al pomeriggio alle 17 invece è previsto un vero e proprio Gran Prix con 10 piloti che ‘sfrecceranno’ davanti al pubblico pedalando lungo il circuito ad anello per provare le emozioni dei veri piloti dei bolidi della F1″.

“Non sarà una gara competitiva – afferma Gandolfo –. La nostra intenzione è quella di far vivere una giornata ricca di emozioni e di puro divertimento per tutti i bambini e le loro famiglie”.

“Quella di sabato sarà una giornata interamente dedicata ai bambini, divertente e soprattutto da ricordare come esperienza vissuta durante una vacanza ad Alassio”, afferma Simone Rossi, assessore al turismo del Comune di Alassio.

Le prove libere e il Gran Premio pomeridiano non saranno gli unici eventi in programma sabato. Durante la giornata sarà allestito una sorta di museo a cielo aperto con una ventina di automobiline da collezione che provengono da diverse località della Penisola: Maranello, Varese, Bologna e anche Alassio.

Tra queste figurano Tri-Ang “Ford Zodiac”, MG Honda Grand Prix, MG Ferrari F1-156, Giordani Auto Sport-’68, Giordani Autosprint Maserati ’64, Giordani Indianapolis, Giordani Reattore, Giordani Auto Grand Prix, Giordani Auto Corsa, Giordani Auto Sport e Giordani Auto Corsa 1934

Tra i collezionisti parteciperà con le auto della sua ricca collezione di 100 modelli anche Gigi Soldano che è il fotografo ufficiale di Valentino Rossi. A questo proposito è prevista anche una sorta di passerella su un tappeto rosso simile alla Croisette dove le auto sfileranno in una sorta di concorso di bellezza. Saranno aggiudicati tre premi: Red Carpet per l’auto restaurata più bella, il Grand Trophy per quella non restaurata e il premio E’ Clay.

Quella della “Cursa di Matetti” è una manifestazione che ha trovato pieno appoggio da parte del Grand Hotel di Alassio, della Ferrero, della San Carlo, di Eco Chic, Adidas e E’ Clay.

La giornata delle automobiline di Alassio anticipa il “Campari Challenge” che si terrà sabato 28 e domenica 29 settembre a Poggio di Bercelo in occasione del centenario della Scuderia Parma Auto storiche. Ma altre tappe dei Gran Premi si sono già svolte a Forte dei Marmi e a Cortina. Alassio rappresenta quindi l’unica tappa in Liguria.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.