IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Alassio Centolibri: dal Comune cachet da 8 mila euro per Gerry Scotti

Alassio. Anche quest’anno la città del Muretto ospiterà l’ormai tradizionale manifestazione conclusiva dei due premi “Un editore per l’Europa” e “Un autore per l’Europa”. Domani, in piazza Partigiani, il conferimento dei riconoscimenti letterari rispettivamente a Bompiani per la l’editoria e allo scrittore Fabio Stassi per il libro “L’ultimo ballo di Charlot”.

E, anche per la diciannovesima edizione dell’evento, Gerry Scotti non ha voluto mancare in veste di presentatore. Nonostante l’affettuoso legame con la città della Baia del Sole, il lavoro del noto conduttore televisivo non sarà disinteressato o prestato per la “buona causa”. Riceverà dal Comune alassino 8 mila 500 euro.

Un compenso che, nello showbiz, non risulta eccessivo per un personaggio della portata mediatica di Scotti, tutt’altro: ma per alcuni alassini è parso quest’anno fuori luogo, in un momento di crisi generale e di penuria di investimenti diretti nel comparto turistico. Si sottolinea il fatto che si tratta di denari pubblici. Spesi nell’ambito di una rassegna che (per organizzazione, valore e promozione) già incide sulle casse del Comune per 50 mila euro.

L’amministrazione guidata dal sindaco Canepa ha proseguito sulla linea precedente, ritenendo che “la cerimonia di premiazione con la partecipazione di un personaggio del mondo dello spettacolo debba essere necessariamente animata e presentata da un protagonista competente e conosciuto, in modo da attirare l’attenzione dei mass media e del pubblico che sarà alla manifestazione”.

Per l’assessore Monica Zioni il 14 settembre sarà “una giornata importante per Alassio e per tutti i nostri cittadini; poter assicurare alla città giornate come queste dove possiamo avvicinare importanti nomi della cultura nazionale al nostro territorio ci fa sperare in un domani migliore”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Plutarco
    Scritto da Plutarco

    Quoto totalmente Tex Murphy. Una valanga di soldi per una manifestazione che non lascia niente di “attaccato”: non è certo questo evento che porta i turisti ad Alassio. Interessante, sì; di profilo culturale, sì; ma intanto chi lavora con il turismo piange. Grazie ad un’amministrazione che si disinteressa delle necessità turistiche di Alassio.

  2. Tex Murphy
    Scritto da Tex Murphy

    Si direi che è ora di dire basta a tutte queste manifestazioni “finte” dove vince l’amico dell’amico e si sa già a tavolino un anno prima, come tutti i vari festival del cinema, libro, musichette varie…..ne abbiamo le palle piene e le tasche vuote dato che si pagano con i nostri soldi.

  3. james bond
    Scritto da james bond

    Chi si lamenta dei soldi spesi in promozione turistica magari è lo stesso che il giorno dopo si lamenta perchè c’è crisi e pochi turisti… Son soldi ben spesi quelli per rassegne come queste che danno lustro alla città, fanno promozione e portano turisti a Settembre…. Chi non lo capisce dovrebbe andare a fare il pastore a Mendatica…così non avrebbe da lamentarsi…