IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Vado, esercitazione su petroliera presso boe Sarpom

Vado Ligure. Incendio su un petroliera impegnata nelle operazioni di scarico nello specchio acqueo all’interno del campo boe della Sarpom.

Ma è stata solo una esercitazione, una esercitazione a sorpresa, anche se programmata all’incirca ogni sei mesi per testare i dispositivi antincendio e antinquinamento nel comprensorio portuale di Savona-Vado. Impegnate squadre dei pompieri, motovedette della Capitaneria di Porto, Transmare, rimorchiatori e operatori portuali adibiti ai servizi di sicurezza.

L’esercitazione ha però creato qualche allarme tra i cittadini ed i bagnanti, che hanno creduto di assistere ad un vero e proprio incendio con sversamento in mare di petrolio.

“Si è trattato di una delle esercitazioni semestrali contro il rischio di incendi e fuoriuscita di prodotto inquinante – sottolinea il comandante Giulio Giraud della Guardia Costiera di Savona -. Tranquillizziamo chi ci ha telefonato perché preoccupato nel vedere movimento in mare. Anche d’estate operiamo con simulazioni per essere pronti a qualsiasi evenienza”.

Le unità del servizio antinquinamento nella zona delle boe hanno circondato la zona dell’evento “simulato” con panne galleggianti di contenimento, così da avviare la bonifica.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    Se si voleva tranquillizzare ….. lo scopo è stato disatteso ….
    .
    Da contribuente …. vorrei essere edotto su alcuni aspetti della vicenda:
    – quanto eè costata l’operazione?
    – chi la paga?
    – quando questo oleodotto è stato realizzato la zona era “poco abitata” in caso di “problemi” il costo … il rimborso ai danneggiati poteva anche essere relativamente basso …. ma ora .. l’azienda che utilizza tale oleodotto ha adeguato la copertura assicurativa al maggior danno possibile?
    .
    Alcune opere vengono realizzate in zone particolari dove esiste la convenienza …. con il tempo la situazione può cambiare ….. bisognerebbe tenerne conto …
    .