IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Task force contro abbandono rifiuti, gli agricoltori: “Punire i trasgressori ma senza additare un’intera categoria”

Albenga. La Confederazione Italiana Agricoltori di Savona e Confagricoltura Savona replicano al sindaco di Albenga Rosalia Guarnieri sull’annunciata battaglia alle aziende agricole in materia di smaltimento rifiuti.

“Le nostre associazioni condannano gli imprenditori che abbandonano i propri rifiuti commettendo un grande gesto di inciviltà. Pensiamo che i trasgressori debbano essere puniti, ma additare l’intera categoria come unica responsabile del degrado che si trova in giro è un po’ eccessivo” dicono Aldo Alberto e Massimo Rebella, rispettivamente presidente Cia e Confagricoltura Savona.

“Coloro che vengono sorpresi a smaltire i rifiuti in modo inappropriato devono essere multati, certo, ma riteniamo che bisognerebbe anche pensare che la maggior parte degli agricoltori lavora nel pieno rispetto delle regole, non facendo altro che compilare moduli e formulari – continuano Alberto e Rebella – Annunciare controlli in tutte le aziende agricole ed invitare i sindaci dei comuni limitrofi a fare altrettanto, vuol dire credere e far credere che tutti gli imprenditori agricoli svolgono il proprio lavoro in modo irregolare, quando non fanno altro che sobbarcarsi ore di lavoro e costi aggiuntivi per rispettare le normative vigenti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da aVV44

    ed allora cominciamo averificare tutti i bollettari dei rifiuti di ogni azienda in base ai mq di terreno coltivato, ne vedremmo delle belle. e cominciamo anche a multare tutti coloro che innaffiano non solo i terreni ma anche le strade confinanti poichè è troppo difficile regolare le piogge in modo che non piova in strada e permettere il passaggio ai comuni mortali. tanto poi la strada quando è piena di buche la riasfalta il comune e tanto ai contadini l’acqua del pozzo costa ben 10 euro l’anno!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! ma non fateci ridere. guarnieri vai avanti e mettili tutti in riga