IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Pdl: capigruppo regionali in versione balneare, si è parlato anche di sottotetti

Alassio. Casuale incontro presso gli storici bagni “Sacchi” ad Alassio tra il capogruppo del Pdl in Regione Lombardia Claudio Pedrazzini e quello della Regione Liguria Marco Melgrati.

“Ci eravamo visti recentemente ad una serata politica nel parco di Villa Clerici a Cuggiono organizzata dal vice presidente della Giunta Regionale della Lombardia e coordinatore regionale lombardo del Pld Mario Mantovani, alla presenza del ‘gotha’ della politica lombarda, con parlamentari, sindaci, presidenti di provincia e europarlamentari come Licia Ronzulli. L’incontro ‘balneare’ è stato comunque l’occasione per parlare di politica, in particolare della vergognosa ‘sentenza politica’ che ha colpito il presidente Silvio Berlusconi, e dei risvolti che questa potrà avere sul panorama politico nazionale” riferisce Melgrati.

“Si è parlato anche di temi strettamente regionali, come l’impugnativa della Procura di Savona presso la Corte Costituzionale della legge dei sottotetti, fortemente voluta e approvata durante l’amministrazione regionale di centrodestra guidata dall’onorevole Sandro Biasotti – dice Melgrati – Sicuramente una buona legge, che ha permesso di risolvere problemi abitativi, aiutare famiglie a dare una casa ai propri figli, a creare un volano per l’economia, senza consumo di territorio. Costruire (poco, alzando i tetti esistenti di pochi centimetri e bene) sul costruito, e con basso impatto ambientale sullo sky line delle città e dei centri storici, laddove è stata applicata. Sorpresa e stupore da parte del capogruppo Lombardo Claudio Pedrazzini, che invece non lamenta analoghi problemi nei confronti della analoga legge vigente in Lombardia, ancora più permissiva”.

Melgrati aggiunge: “Se la Corte Costituzionale dovesse pronunciarsi sulla illegittimità di questa norma regionale la cosa sarebbe alquanto grave visto che in molte altre regioni italiane, la Lombardia stessa, il Veneto, il Piemonte, l’Emilia Romagna ed il Lazio ad esempio, sono in vigore provvedimenti legislativi della stessa portata della legge 24/2001, se non maggiormente premianti, la qual cosa creerebbe una situazione grandemente discriminatoria nei confronti dei cittadini liguri”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.