IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Nuovo cda alla Servizi Ambientali, Gandolfo replica a Bertolotto: “Nessun rischio odori con il depuratore di Borghetto”

Borghetto S. Spirito. Nuovo consiglio d’amministrazione per la Servizi Ambientali di Borghetto. La guida è assunta dal presidente Mario Baucia, affiancato dall’amministratore delegato Alessandro Vignola con i consiglieri Cannizzaro, Marino e Trevisano, rispettivamente segretari comunali di Giustenice, Ceriale e Pietra Ligure.

servizi ambientali

Spiega il sindaco Giovanni Gandolfo: “Abbiamo formato un cda a cinque e da oggi ci sono le nomine. Le abbiamo discusse trovando l’accordo tra i vari sindaci. L’idea di realizzare un cda a cinque è nata per dare maggiore rappresentatività dei sindaci soci”.

In base alla linea tracciata dalla Regione, il depuratore di Borghetto dovrà effettuare la depurazione anche del comprensorio del Centa, fino ad oggi a rischio infrazione. C’è chi ha sollevato proteste, come Marco Bertolotto, ex governatore provinciale, che ha fatto appello ai cittadini della Val Varatella per evitare che il comprensorio divenga “un luogo puzzolente come la zona depuratore di Savona”.

Replica il primo cittadino Gandolfo: “Si tratta di uno studio di fattibilità fatto dalla Regione. La Filse nella sua analisi prevede che venga depurata anche la città di Albenga, almeno nel primo stralcio.
No, il paragone con Savona non rende. Sono altre tecnologie. Il depuratore di Borghetto funziona e ha sempre funzionato. Nessuno si è mai lamentato, se non a settembre quando viene a mancare il flusso. Si tratta però della grigliatura, non dell’impianto. Chi voglia visitarlo può trovarlo inodore”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. sturmtruppen
    Scritto da sturmtruppen

    “No, il paragone con Savona non rende. Sono altre tecnologie.”
    Speriamo.
    Qualcuno puo’ spiegarmi, in parole semplici, la differenza di tecnologia?

    Premetto che ho fatto un giro sia sul sito della ” Servizi Ambientali Spa ” che del ” Consorzio per la Depurazione delle Acque di Scarico del Savonese Spa ” e mi e’sembrato che dicessero piu’ o meno le stesse cose in quanto a grigliatura meccanica, Disabbiatura e disoleatura, Decantazione primaria, Ossidazione- denitrificazione, Decantazione secondaria, Filtrazione finale.

    Potrei insinuare che l’ unica differenza sia l’ eta’ dell’ impianto (5 anni contro circa 25) oppure “il troppo lavoro” del secondo.

    Siamo proprio sicuri che raddoppiando il numero dei comuni collegati al depuratore di Borghetto il risultato (la poca puzza) non cambi?

  2. IronMan
    Scritto da IronMan

    Trevisano, 169mila euro di stipendio a Pietra Ligure, e adesso “bonus” per entrare nel CdA della Servizi Ambientali . . . direi che l’ Amm. De Vincenzi stia sistemando al meglio i propri eletti . . .