IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Bagnino colpito da un fulmine mentre filma l’acquazzone con il cellulare

Ponente. Brutta avventura per un bagnino del ponente ligure, A.G., che stamani era al lavoro, come d’abitudine, in uno stabilimento balneare di Diano Marina. Durante il temporale estivo che si è riversato sulla costa l’uomo era sotto l’ombrellone della sua postazione ed ha cominciato a riprendere l’acquazzone con il suo cellulare.

Improvvisamente un fulmine ha centrato proprio l’ombrellone. Il bagnino ha avvertito una scossa portentosa sulla testa mentre una collega che era con lui, appoggiata al sostegno, ha sentito la scarica attraversarle il braccio. Il tutto filmato con il telefonino che stava riprendendo il temporale.

Per fortuna il fulmine non ha provocato conseguenze ben più grave ai due malcapitati. Ma lo stesso A.G. si lamenta dell’ordinanza della Capitaneria che impone ai bagnini di non lasciare la postazione, nemmeno in caso di temporali e saette.

“Chiediamo di concederci la possibilità di spostarci in luoghi riparati e sicuri durante i temporali, almeno se in mare non c’è nessuno” è la richiesta del bagnino, a nome di tutta la categoria.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Bach
    Scritto da Bach

    Erano almeno vent’anni che non leggevo la parola “portentosa”.

  2. lui la plume
    Scritto da lui la plume

    “sono in regola due ore e ne lavorano 12 !”
    .
    Ma …. “se è vero” ….tutta la catena di dipendenti pubblici … che dovrebbe almeno saper leggere per poter controllare palesi abusi …. va licenziata ….. non servono a nulla e determinano danni.
    .
    Controllare qualche centinaio di stabilimenti … è semplice.

  3. Scritto da mrscultz

    La prossima volta, caro bagnino, pensa al lavoro che devi svolgere (pagato o sottopagato è sempre una tua scelta) e non perdere tempo con il telefonino a fare filmati…non sei sul set di Bay watch e non spunterà Pamela Anderson da dietro un ombrellone! Quando ero sulle motovedette della Capitaneria di Porto di Genova (ora Guardia Costiera) noi uscivamo in mare proprio con queste condizioni meteo (temporali, fulmini e saette!) e allora che cosa avremmo dovuto fare? Una richiesta al Ministero della Marina Militare affinchè vietasse l’uscita in mare delle motovedette in caso di avverse condizioni meteo? Se proprio non te la senti, ci sono altri mestieri che potresti svolgere….i pomodori aspettano qualche italiano che li vada a cogliere!!!

  4. Scritto da Schiavi del SiStEmA

    in caso di temporale (saette) la balneazione è VIETATA e va esposta bandiera rossa invitando chi è in acqua ad uscire…mettendo in sicurezza i bagnanti e mettendo in sicurezza se stessi.
    Il più delle volte, , però, gli stagionali devono adattarsi alle volontà del titolare mettendo da parte le proprie iniziative in ambito professionale.
    Se guardiamo, molti, sono sottopagati rispetto alla responsabilità di avere a che fare con vite umane e sono in regola due ore e ne lavorano 12 !