IVG.it -  Notizie in tempo reale, news a Savona, IVG: cronaca, politica, economia, sport, cultura, spettacolo, eventi ...

Assegnazione del contrassegno per i disabili: ecco le nuove linee guida della Regione

Più informazioni su

Regione. Nuove linee di indirizzo per le Asl liguri per uniformare, nell’ambito regionale, i criteri medico-legali per l’assegnazione del contrassegno per i disabili. Sono state approvate dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore al welfare, Lorena Rambaudi per evitare che Comuni limitrofi potessero dare indicazioni differenti per l’accesso al contrassegno.

Le linee guida sono state messe a punto insieme alla Consulta regionale per l’handicap per facilitare la mobilità delle persone invalide. “L’obiettivo – spiega Lorena Rambaudi – era quello di uniformare a livello regionale i criteri medico-legali relativi al riconoscimento della capacità di deambulazione per il rilascio del contrassegno per il parcheggio, grazie al coordinamento condotto dalla Regione insieme alle aziende sanitarie, all’agenzia regionale della sanità all’INPS e alla Consulta per l’handicap proprio per evitare iniquità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di IVG.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da El Rey del Mundo

    Le linee guida saranno le seguenti in sintesi: i disabili fessi pagheranno marche da bollo, rinnovi e diritti vari puntualmente sull’unghia mentre i disabili furbi non pagheranno niente come sempre e lasceranno l’incombenza del pagamento ai loro “colleghi” onesti che pagheranno così per due. E questo vale anche per i non disabili. Ovviamente gli immigrati potranno continuate a non pagare nulla e continuate a rubare e a prostituirsi liberamente.